WWE Money in the Bank 2016 Review - World of Wrestling
Money in the Bank 2016

WWE Money in the Bank 2016 – Report 19/06/2016

Atmosfera delle grandi occasioni in quel di Las Vegas, dove Rollins e Reigns battaglieranno per il titolo massimo. Inoltre conosceremo il destino della valigetta e della rivalità tra Styles e Cena

WWE Money in the Bank 2016

Las Vegas, Nevada

Pre-Show: 

Al panel di commento ospiti di Renee Young ci sono al solito Booker T, Corey Graves e , pronti a commentare i match sanciti per il pre-show e procedere ai pronostici dell’evento.

Golden Truth vs Breezango 

Il team heel, sofferente per le scottature rimediate nelle ore precedenti all’evento, si trovano in grandissima difficoltà, venendo presto umiliati dagli avversari. Dopo essere andato però in difficoltà, Truth riesce a dare il cambio a Goldust, che sbaragliando entrambi i nemici riesce ad ottenere un facile conto di tre.

Vincitori: Golden Truth 

Negli spogliatoi Cesaro e Sami Zayn si augurano buona fortuna reciprocamente, con lo svizzero che vede nel ladder match l’opportunità che non gli è mai stata concessa.

Dudley Boyz vs Lucha Dragons 

Buon inizio dei messicani, che lavorano perfettamente in stereofonia ma presto commettono un errore che rimette in gioco i veterani di categoria. A pagarne le conseguenze è Sin Cara, costretto a tanti minuti di isolamento fino a quando riesce a dare il cambio al compagno, che ribalta le sorti del match. Ad andare vicini alla vittoria sono però ancora i Dudleyz, che mettono a segno la loro versione della Doomsday Device, ma che non porta allo schienamento finale. Nel finale Kalisto trova la magia che chiude la contesa: Salida del Sol con tanto di cambio durante la manovra a Sin Cara, che con la sua Senton Bomb dalla terza corda trova il conto di tre.

Vincitori: Lucha Dragons

Pay-Per-View: 

WWE Tag Team Championship Fatal 4-Way Match: New Day vs Enzo & Big Cass vs The Club vs The Vaudevillains 

Ad iniziare la contesa sono Anderson e Kingston, prima che il membro del Club dia immediatamente il cambio al suo compagno, immediatamente ricambiato. I due compagni di Styles però vengono presto asfaltati da un doppio crossbody dell’atleta ghanese e di Enzo Amore, diventato quindi uomo legale. Entra nella contesa Big Cass, presto sostituito da English per l’esordio dei Vaudevillains, mentre il New Day resta in modo fisso sul ring. Al primo schienamento pericoloso tutti e otto i contendenti fanno il loro ingresso, con i quattro face che hanno presto la meglio, ritrovandosi poi a battagliare tra di loro. Buon ritorno tra le corde di English e Gotch, che isolano per qualche minuto Kofi prima che quest’ultimo debba poi vedersela contro i subentrati Anderson e Gallows. I due ex NJPW devono poi incrociare le armi con Enzo Amore, che in evidente difficoltà deve rifugiarsi dal partner, che in men che non si dica sbaraglia tutti gli avversari, chiudendo con il Big boot su Anderson, dopo aver lanciato Enzo contro i nemici all’esterno. Manovra finale del team, che va vicinissimo alla vittoria, ma Gallows salva il compagno dal conto di tre. Fasi molto convulse della sfida dopo che anche i Vaudevillains vanno vicini allo schienamento, che libera il campo al Club per la loro Magic Killer su English, ma all’ultimo interviene Big E salva capra e cavoli. Nuovo caos per l’opprimente presenza dei contendenti, che culmina con la vittoria del New Day, che spazza via Anderson e porta a casa il conto di tre.

Vincitori e ancora campioni: New Day

Intervistato dietro le quinte, Kevin Owens viene interrotto da Chris Jericho, che si definisce l’unica stella oltre che il creatore del MITB Ladder Match. Owens gli fa però notare che quell’incontro lui non l’ha mai vinto, prima che sopraggiunga anche Del Rio, accreditato secondo lui come favorito in quanto vincitore in passato. Y2J viene lasciato solo alla fine del siparietto, dopo essersi incensato al solito come superiore a tutti gli altri.

Baron Corbin vs Dolph Ziggler

Lo Show Off inizia subito in quarta tentando subito il Superkick, prima di essere abbattuto dai buoni colpi diretti dell’avversario. Corbin in grande spolvero evita l’irish whip contro il paletto e asfalta l’acerrimo rivale con una clothesline in rincorsa, per poi abbassare il ritmo dell’incontro sfiancandolo al suolo. Ziggler in grandissima difficoltà per parecchi minuti, prima di trovare un’ottima reazione che si chiude con lo standing elbowdrop, con tanto di near fall. Tentativo prima di Fameasser e poi di Superkick, entrambi entercettati e trasformati in una nuova clothesline, ma il conteggio si ferma ancora ad un passo dal tre. Il Lone Wolf sbaglia l’attacco all’angolo e finisce vittima della Fameasser, che dopo il conto di 2 lascia entrambi i wrestler stremati, prima che Baron quasi trovi la vittoria per count-out dopo un backdrop in rotazione. Dolph evita la End of Days e connette con il Superkick! Kick-out inaspettato di Corbin, che poi sfrutta un’ingenuità del rivale per rientrare nella contesa e trovare la End of Days definitiva, per la vittoria finale.

Vincitore: Baron Corbin

Charlotte & Dana Brooke vs Natalya & Becky Lynch 

La contesa vede subito di fronte Natalya e la Brooke, che dopo aver subito la vendetta della canadese deve rifugiarsi dalla campionessa femminile. Anche Charlotte però si trova in seria difficoltà nelle prime fasi, prima di riuscire a trovare un buono spiraglio dopo l’interferenza di Dana, che gli dà la possibilità di colpire col Big Boot. Momento complicato per Natalya, isolata dalla compagna grazie al lavoro di squadra delle heel, che lavorano al suolo tenendola ferma. L’errore inaspettato arriva però da parte di una Charlotte intenta ad abusare del trash talking, regalando la possibilità del tag alla Lynch, che dopo aver sbaragliato le rivali va vicina alla vittoria in due occasioni, soprattutto con il doppio missile dropkick, con conto molto vicino al tre. Fa il suo ritorno sul ring Nattie con una clothesline in rotazione, chiudendo poi Charlotte nella Sharpshooter prima che Dana interrompa la manovra. Attimo di marasma che regala la chance alla campionessa di connettere con la Natural Selection, per lo schienamento decisivo. Nel post match una delusissima Natalya attacca a tradimento la compagna di squadra, massacrandola sul ring.

Vincitrici: Charlotte & Dana Brooke

Nel backstage Dean Ambrose annuncia di non avere una chiara strategia, deve schiantare tutti gli avversari e prendere la valigetta, null’altro. Quando tutto sarà finito, le sue sofferenze avranno una ragione. Commentando il main event, Ambrose è sicuro che il suo amico fraterno malmenerà Rollins semplicemente perché è divertente farlo.

Sheamus vs Apollo Crews

L’irlandese aggredisce immediatamente il rivale ancor prima del suono del gong, prendendosi un iniziale vantaggio, prima che quest’ultimo riesca a spedirlo fuori dal ring in più di un’occasione. Errore d’inesperienza però di Crews, che finisce nelle fauci della Irish Curse, sprecando il lavoro fatto e restituendo le chiavi dell’incontro al nemico. Molti minuti di difficoltà per il rookie, che viene saldamente tenuto al suolo senza spazio di manovra, venendo intercettato anche nei primi tentativi di reazione. Apollo riesce finalmente a trovare buona corsa che lo vede protagonista di un ottimo comeback concluso con enzuigiri al volto, seguito dall’ottima combo belly-to-belly e moonsault. Sheamus non ci sta a subire in modo così netto e risponde con una one handed slam, tentando anche una nuova Irish Curse e trovando infine un White Noise dalla seconda corda! Kick-out di Crews, che dal nulla ribalta tutto in un roll-up che clamorosamente gli regala la vittoria!!

Vincitore: Apollo Crews

AJ Styles vs John Cena 

Clima stupendo nell’arena, con il pubblico esattamente diviso a metà per lo showdown più atteso dell’ultimo decennio. Le prime fasi sono di grande studio, con entrambi i wrestler che difficilmente riescono a mettere a segno manovre offensive, prima che il leader della Cenation riesca ad eseguire un improvviso Monkey Flip. Reazione rabbiosa di AJ che mette in difficoltà il rivale con svariati colpi d’avambraccio, anche se presto corre dritto nelle fauci di un belly-to-belly. Il Phenomenal One in ogni caso ritorna subito padrone delle operazioni, riuscendo a fare il bello e il cattivo tempo evitando la reazione di Cena e continuando a portare pesanti colpi diretti. John dopo un backdrop sembra essere pronto alle sue tipiche spallate in rincorsa, ma un dropkick d’incontro subito ferma il suo impeto costringendolo ancora ad altri momenti di sofferenza. Finalmente l’azione riprende buon ritmo grazie alla riscossa del 15 volte campione del mondo, che porta a segno la Protobomb, prima che Styles però riesca ad evitare il 5 Knuckle Shuffle e riesca ad abbattere l’avversario fuori dalle corde, volando però nel vuoto al momento dell’attacco aereo. AJ evita la Attitude Adjustment e colpisce con la sua sequenza di colpi diretti, ma dal nulla finisce nella STF!! Momenti di estrema sofferenza conclusi solo dal ropebreak, ma Cena non ha intenzione di arrestare l’offensiva e tenta un superplex, evitato all’ultimo dal rivale. Tentativo di Phenomenal Forearm che sembra finire dritta nella AA, MA STYLES RIBALTA TUTTO NELLA CALF CRUSHER!!! Cena non vuole e probabilmente non può cedere, si trascina fino alle corde e si salva grazie a queste. Problema alla gamba per John, che nonostante una paurosa clothesline  sembra non reggersi in piedi… MA DAL NULLA CONNETTE CON LA AA!!! 1…….2…… KICK-OUT!! Tentativo di Flying Legdrop che naufraga in una Powerbomb volante, ma anche qui il conteggio si ferma al due, anche se molto largo. Strepitoso Pelé Kick per AJ… CHE VA CON LA STYLES CLASH!!! 1…..2……. NO!! NON FINISCE QUI!! Emozioni soverchianti grazie ad una grande sequenza, che sembra proseguire con la 450º Splash stroncata dalle ginocchia di Cena. Infinito susseguirsi di contromosse che culmina nell’incidente che vede l’arbitro vittima di un colpo fortuito ed AJ subire la Attitude Adjustment!! Con il direttore di gara fuori gioco fanno capolino sul ring Anderson e Gallows, CHE CONNETTONO CON LA MAGIC KILLER!! 1………2………..3!! Styles porta a casa una pesante vittoria nonostante sia viziata dall’interferenza del Club.

Vincitore: AJ Styles 

Money in the Bank Ladder Match: Cesaro vs Kevin Owens vs Sami Zayn vs Chris Jericho vs Alberto Del Rio vs Dean Ambrose

Con l’inizio delle ostilità i partecipanti si dividono in tre gruppi distinti, con Jericho e Ambrose a farla da padroni sul quadrato. Presto vengono però sostituiti da Cesaro e Del Rio, con lo svizzero che si distingue con un volo suicida contro la scala sorretta da Jericho, mentre Zayn chiude il tutto schiantando i rivali fuori dal ring. Non si fa attendere allora KO, con un Superkick proprio contro l’acerrimo rivale prima che venga abbattuto dal flying dropkick di Y2J. Il canadese, dopo essersi liberato di Cesaro, sembra avere la peggio contro un rientrante Ambrose, ma riesce a proiettarlo contro la scala via suplex per poi essere interrotto da Del Rio. Il Superman svizzero non ci sta e diventa protagonista assoluto con una sequenza infinita di uppercut, stoppata solo dal Superkick di Owens, che poi lo manda ad impattare contro la scala posizionata all’angolo. Alza ulteriormente l’asticella allora Sami Zayn, che prima colpisce con l’Helluva Kick Ambrose, e poi si ripete sfiancando Jericho e Kevin. Sembra spianata la strada per la scalata di Sami, fermato all’ultimo da Del Rio, che sbaraglia tutti i rivali chiudendo con la sua manovra conclusiva su Cesaro attraverso la scala. Finalmente il messicano rivolge le sue attenzioni alla valigetta, ma a sua volta viene interrotto da Jericho, che nonostante venga abbattuto a sua volta, gli fa perdere quel tanto che basta per lasciar spazio al ritorno dello svizzero. Il roaring elbow in springboard sembra regalargli la strada per la vittoria, ma è ancora Y2J a spedirlo via e tentare la scalata a sua volta, prima che Owens spedisca via sia lui che un subentrato Zayn. KO dura però pochissimo al centro delle operazioni finendo al tappeto dopo la backstabber di ADR, che però quest’ultimo finisce vittima della Cesaro Swing, ripetuta poi si Jericho. Dopo tanti minuti di inattività fa il suo ritorno il Lunatic Fringe, che colpisce lo svizzero con un elbow drop dalla cima della scala, ma presto ritorna nelle retrovie, costretto dopo la mostruosa Frog Splash di Owens. Si rinnova la guerra fratricida tra quest’ultimo e Zayn, che lo spacca letteralmente in due con la Blue Thunder Bomb sulla scala!! Tentativo di salita che sembra quello decisivo, ma ancora una volta Del Rio lo interrompe grazie ad una serie infinita di colpi tramite l’oggetto contundente protagonista. Pessimo errore di strategia del messicano, che preferisce incastrare le due scale perdendo tantissimo tempo e regalando la possibilità a tutti i protagonisti di salire sulla struttura ormai composta da ben tre perni. Dopo una furiosa battaglia in più battute, sembra ormai certa la vittoria di Zayn, che però viene distrutto con una Powerbomb sulla scala di Owens, che nella battaglia decisiva però viene surclassato dal ritorno di Dean Ambrose, che fa sua la valigetta!!!

Vincitore e nuovo Mr. Money in the Bank: Dean Ambrose

Si ritorna al panel di commento per discutere di quanto appena andato in onda, oltre che ovviamente per gli ultimi pronostici su un ora caldissimo main event.

U.S. Championship Match: Rusev vs Titus O’Neil

Inizio brutale con una doppia clothesline fuori dal quadrato, prima che Titus con quanta più rabbia possibile massacri il rivale all’esterno. Il campione in carica trova però la giusta reazione e prende il controllo delle azioni, riuscendo a tenere al suolo per svariati minuti l’avversario. Rusev perde però di lucidità e viene schiantato al suolo, non riuscendo più a riuscire a chiudere la Accolade, punita da una Pumphandle Slam. Dopo un nuovo scontro all’esterno l’azione si sposta tra le corde, dove il bulgaro trova l’asso nella manica che lo porterà alla vittoria: Superkick improvviso che spezza la resistenza di Titus. Ormai sfinito, l’ex membro dei Prime Time Player viene quindi sottomesso via Accolade.

Vincitore e ancora campione: Rusev

WWE World Heavyweight Championship Match: Roman Reigns vs Seth Rollins

Nonostante un pubblico palesemente avverso, Reigns inizia con buona dose di cattiveria, facendo valere la sua superiore forza fisica. Buona reazione di Rollins sottolineata con un boato della platea e conclusa con un suicide dive. Due attacchi in diagonale per The Architect, che però finisce dritto nel Samoan Drop del campione, evidentemente disturbato comunque dai vari “Roman Sucks”. Buona clothesline in salto del samoano, che prosegue l’azione ripetendo i colpi all’angolo e terminando con una schiacciata in rotazione. Rollins in palese ed evidente difficoltà, non riesce a trovare il giusto antidoto ai colpi diretti del nemico fino a quando, dopo svariati minuti, trova un buon varco schiantandolo contro i gradoni d’acciaio. Primo near fall per il campione in carica, che dopo una Crucifix Powerbomb continua nel suo dominio, anche se un Pelé Kick seguito da un suicide dive è un corscrew verso l’esterno del ring, la situazione sembra ribaltarsi. Il ritmo si alza e Seth ne prende il massimo vantaggio e dopo aver evitato un Superman Punch sembra essere pronto al Pedigree, ma dal nulla viene colpito proprio dalla trademark move del rivale!! Solo conto di due, con Roman che carica una Spear però troppo telefonata e evitata da Rollins, che connette con la Frog Splash!! 1….2…..No! Ancora troppo presto! Battaglia in cima al paletto che si conclude con la Turnbuckle Powerbomb e con un superkick immediatamente successivo. Lo sfidante alza ancora l’asticella portando a segno prima un superplex seguito immediatamente dal michinoku driver, che quasi gli regala vittoria e titolo. Nuovo tentativo di Pedigree ancora nel vuoto e che si trasforma in una sit-out powerbomb da parte di Reigns, prima che i due acerrimi nemici inizino uno scontro senza esclusione di colpi dettato dall’estrema rabbia. Seth va a colpire con una seconda Turnbuckle Powerbomb, MA IMMEDIATAMENTE ARRIVA IL SUPERMAN PUNCH!! 1…..2……KICK-OUT!! L’azione si sposta all’esterno del quadrato, con Reigns che carica la Spear ma finisce per sfondare la transenna mancando il colpo. Nonostante il brutale impatto Seth non vuole aspettare l’intervento dei medici e riporta l’avversario all’interno del ring, dove dopo un fortuito impatto con l’arbitro LO ASPETTA LA SPEAR!! 1………2……… NO!!! ROLLINS RESISTE!!! Nuovo tentativo di manovra ma nella rincorsa REIGNS FINISCE NEL PEDIGREE!! 1…….2…….. REIGNS RESISTE!! Rollins non ha intenzione di fermarsi… E CONNETTE CON UN ALTRO PEDIGREE!! 1……..2………3!!! INCREDIBILE!! ROLLINS È IL NUOVO CAMPIONE!!!

Vincitore e nuovo campione: Seth Rollins 

Seth festeggia il suo secondo titolo mondiale, sembrano pronti i titoli di coda per l’evento MA RISUONA LA THEME SONG DI AMBROSE!!! Il Lunatic Fringe colpisce alle spalle il nuovo campione… E INCASSA LA VALIGETTA!!!

WWE World Heavyweight Championship Match: Seth Rollins vs Dean Ambrose 

Il gong suona, Rollins si rialza… E ARRIVA LA DIRTY DEEDS!! 1………2……..3!!! 3!!! 3!!! DEAN AMBROSE CONQUISTA IL SUO PRIMO TITOLO DEL MONDO!! CLAMOROSO A LAS VEGAS!!!

Vincitore e nuovo campione: Dean Ambrose

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *