The Wrestling Boot #31 – Speciale Il Numero 200 (22/04/2011) - World of Wrestling

Edizione speciale curata dal nostro Tsunami in occasione dello show ICW “Il numero 200”

THE WRESTLING BOOT #31

SPECIALE IL NUMERO 200

Il Logo dello Show Nà 200 della ICW

Numero speciale questo di Wrestling Boot, in quanto ospito una delle firme di WOW che ci racconterà dal suo “privilegiato” punto di vista uno degli eventi del Wrestling italiano di quest’anno: lo show della ICW “Il Numero 200”, svoltosi a Lodi lo scorso 16 Aprile.

Anche io dovevo essere presente e questo pezzo doveva essere fatto dal sottoscritto, ma alcune beghe familiari me lo hanno impedito, quindi devo ringraziare immensamente il Buon Tsunami per aver fatto il lavoro “sporco” al posto mio, promettendogli di rimediare quanto prima, lo giuro.

Enrico Bertelli “Taigermen”

E’ un gran bel numero.
Un numero non da poco.
Ed è proprio questo a spingermi a rimettermi in viaggio per raggiungere questo importante show della ICW.

Quando ripenso ai miei anni nella federazione, proprio i trasferimenti sono i primi ricordi: sfacchinate in treno, poi con la mia prima macchina, i tour de force dei week end per andare agli show, le soste negli autogrill, la ricerca dei palazzetti… è con un nostalgico sorriso che mi metto alla guida.
Nel lettore CD inserisco gli Eagles e parto.
La mia meta è Lodi, sede storica della ICW.
Durante il viaggio, complice la musica, nella mia mente si affollano ricordi. So che troverò tanti vecchi amici allo show, tanti compagni di avventure e sacrifici. Non nascondo una certa emozione all’idea.

Quando arrivo al palazzetto mi avvio con discrezione all’ingresso.
Voglio entrare con calma ed assaporare il momento.
Quando sono dentro mi guardo attorno ed è tutto come al solito.
Gente che sistema le luci, l’audio, le sedie… qualcuno che prova le corde del ring… altri che parlano… l’atmosfera è sempre la stessa.
Quel misto di tensione, attesa, allegria, preoccupazione… la forza di queste emozioni ancora oggi mi colpisce e sento una presa allo stomaco.
Il primo che vedo è Pitbull… quando ci vediamo, per entrambi è un tuffo nel passato. Un abbraccio è tutto quello di cui abbiamo bisogno per dirci cosa proviamo.
Pian piano saluto tutti gli altri amici della ICW, vecchi e nuovi… ad ognuno di essi è associato un ricordo.
E’ bello essere qui, ancora una volta, anche solo come spettatore. Mi è mancata la ICW… mi sono mancate soprattutto le persone che ne fanno parte. Sono e saranno sempre una famiglia parallela per me.
Con alcuni ho condiviso momenti importanti della mia vita ed anche se non li vedo da mesi (o anni nel peggiore dei casi) è come se ci fossimo visti la settimana scorsa.
Mentre si avvicina l’ora dell’inizio, noi “vecchi” della federazione siamo persi in un turbinio di ricordi, di eventi e di aggiornamenti sulle rispettive vite.
Parliamo e ci accorgiamo di essere cresciuti, di essere maturati, di essere (forse) grandi… eppure siamo ancora qui. Ancora con questa folle passione, ancora legati a questo ring, a queste emozioni… Ancora siamo capaci di sognare.
Ed è per questo che siamo qui: per celebrare e ricordare un sogno che va avanti da dieci anni e 200 show.
Forse è un sogno piccolo, ma è pur sempre il nostro sogno.

Quando lo show sta per iniziare mi precipito nel backstage per augurare a tutti di fare un buono show, di divertirsi e godersi il momento.
Torno nel parterre, prendo posto e attendo l’inizio…
ICW – IL NUMERO 200

Lo show si apre con Manuel Orlandi che ripercorre la storia della ICW, sottolinea l’importanza del traguardo dei 200 show e dei 10 anni di attività e poi ringrazia il pubblico che per sue stesse parole è “il membro più importante della ICW”.
1° match: Lupo vs “Il Padrino” Alessandro Corleone

Lupo contro Alessandro Corleone
Primo incontro, prime emozioni per il BVZT.
Rivedo in azione Lupo, atleta che ho sempre apprezzato on ring e fuori dagli show.
Il suo avversario Corleone, il tipico personaggio del “mafioso”, fa un bell’ingresso sulle note del Padrino, dando subito la dimensione della sua spocchia.
E fa un ottimo lavoro, Lupo è subito beniamino del pubblico mentre Corleone è subissato di cori e fischi.
Quando i due incrociano le armi si parte subito forte, con un Corleone che pare avere la meglio salvo poi incorrere nei continui ritorni dell’indomito Lupo.
L’incontro è tutto vissuto sul confronto tra l’agilità e la determinazione di Lupo contro la maggiore potenza e le continue scorrettezze del mafioso.
Un opener solido e divertente, che si chiude quando Lupo effettua una reversal sulla finisher di Corleone e si aggiudica il conto di tre!

Lupo vince il Match contro Alessandro Corleone

Vincitore: Lupo

Segmento dedicato a Daniele Raco, Komabt Komedian, che ci informa come a causa di alcune persone che lo ostacolano potrebbe decidere di concludere la sua esperienza con la ICW.

Doblone e Lisa Schianto

2° match: Titolo femminile – Queen Maya (Campionessa) & Lothar vs Lisa Schianto & Doblone

Lothar e Queen Maya

Lo ammetto: sono un accanito sostenitore della Regina (d’altronde Maya ha esordito come manager dei Wild Boyz… come potrei non essere il suo fan numero 1?). Che come heel ha davvero poche rivali… noto con piacere che la sua mimica è diventata ancora migliore ed è davvero bravissima ad attirarsi le ire del pubblico.
Infatti al suo ingresso Lisa e Doblone sono accolti da una grande ovazione! Molto divertente l’ingresso di Doblone che, grazie al personaggio del pirata, offre un goccio di rum ad alcuni degli spettatori! Bell’idea!
La particolarità di questo mixed tag team è che non possono essere contrapposti i lottatori maschi alle atlete femmine… solo due esponenti dello stesso sesso possono essere sul quadrato.
Il match è ovviamente impostato sulla superiore potenza fisica di Lotha e di Maya, che però trovano dei clienti difficili nell’agile e veloce Doblone e nella determinatissima Lisa. Quest’ultima mette a segno fin da subito una sequenza di pin per far capire alla Regina che non vuole mollare…
Con scorrettezze, cattiveria e malvagità alla fine è Maya a mettere a segno il colpo vincente ed effettuare il pin (pin “sgambettante, per rendere omaggio ad Edge, come lei stessa mi dirà dopo lo show) che la riconferma campionessa.
Non contenta però Maya inizia ad infierire sulla povera Lisa, invitando Lothar a fare lo stesso.
Prima che possa fare qualcosa il colosso viene però fermato da Daniele Raco, Kombat Komedian, che sale sul ring a difesa di Lisa.
Ed a dargli manforte giunge l’intero polo di Genova capeggiato da Red Devil e dal Dottor Dispiacere!
Vedendo questo forte segnale, Daniele Raco si convince che c’è ancora spazio per lui alla ICW.

Queen Maya schiena Lisa Schianto

Vincitori: Queen Maya e Lothar

Red Devil rimane sul ring e chiama i suoi compagni di squadra per il prossimo incontro.

Silver Star/Majoli/Devil/Serch

3° match: Red Devil, Maestro Manuel Maioli, Serch & Silver Star vs Mr Excellent, Dinamite Jo, Corvo Bianco & Psycho Mike

Mike/Dinamite Jo/Excellent/Corvo Bianco

L’incontro parte subito fortissimo, con continui capovolgimenti di fronte ed è difficile dire chi potrà vincere. E’ un susseguirsi di scambi, colpi, gente fuori e dentro il ring… con un’ottima sequenza che porta ad suplex a 4 persone!
Momento cult dell’incontro è la sequenza di voli fuori dal ring: springboard placha, Spaceman plancha, suicide dive, Asai moonsault… solo alcune delle manovre ad alto rischio che gli atleti regalano al pubblico della ICW! Davvero d’impatto e gli spettatori rispondono a tono!
Tornati sul ring è un turbinio di emozioni, con i wrestlers che si scambiano in rapida sequenza le varie finischer finché Serch non chiude con una Chaos Theory!
Pin vincente per il team face!
Ottimo incontro!

Red Devil in volo fuori dal Ring

Vincitori: Red Devil, Maestro Manuel Maioli, Serch & Silver Star

Il Manager Victor Mansfield entra nell'Arca della Gloria

Segue l’introduzione di Victor Mansfield nell’Arca di Gloria!
Victor si presenta, come d’abitudine, con una camicia d’antologia! Una fantasia indescrivibile che pareva uscita dal 1985… priceless!
Victor scherza con Orlandi ed il pubblico, ma viene interrotto da Kaio!
L’Imperatore non vuole aspettare l’inizio del suo incontro per colpa di Mansfield e lo obbliga ad andarsene…
Ma a breve interviene Charlie Kid!!!
4° match: Assedio alla Sedia – Kaio vs Charlie Kid

Assedio alla Sedia Match

Chair Match!!
Ragazzi, si parte subito alla grande, con i due atleti che non si risparmiano colpi!
Incontro duro ed intenso, combattuto e tirato.
Le sediate non si risparmiano, infatti la Sedia è protagonista indiscussa dell’incontro.
Kaio sfrutta tutta la sua potenza e cattiveria, ma Charlie ha dalla sua agilità e una grinta infinita che gli consentono di lottare alla pari con l’Imperatore.
Il Cowboy italiano è per me una continua sorpresa… me lo ricordo agli inizi… ed ora eccolo qua, anni luce più avanti e più bravo. Chapeau.
Lo scontro è durissimo, talmente duro che Charlie dopo una poderosa sediata in testa di Kaio, inizia a sanguinare dalla fronte!
Eppure nemmeno questo fa desistere il Cowboy, che risponde colpo sul colpo riuscendo a connettere una sidewalk slam su una sedia.
Poi copre Kaio con le altre sedie e si prepara per la sua collaudata Swanton…
Ma viene interrotto proprio da Mansfield!!!
Ed assieme a lui arrivano Kobra e Bad Bones! Che connette sul povero Charlie un devastante Piledriver! A questo punto Kaio viene gettato su Charlie ed è conto di tre.
A salvare l’amico arrivano Shock, Mariel e Johnny Moss.
Grande prestazione per Charlie Kid, indomito e coraggioso!
A fine match mi intrufolo nel backstage per assicurarmi delle condizioni del sanguinante Cowboy Italiano: niente di grave, solo alcuni punti di sutura.

Charlie Kid alla fine del Match contro Kaio

Vincitore: Kaio

Ed ora un momento per me molto particolare… si arriva all’introduzione nell’Arca di Gloria di Pitbull!
Introduzione presentata da Massimo Panico, suo primo allievo.
E’ per me un’emozione vedere la Vecchia Pellaccia diventare Hall Famer (e diventare così mio collega…).

Pitbull entra nell'Arca della Gloria

Abbiamo vissuto molti momenti, abbiamo avuto molti match… ci siamo davvero divertiti.
Onore al Mastino, onore a Pitbull.
Massimo Panico ha però una proposta per Pitbull… ovvero essere l’arbitro speciale della Battle Royal imminente!
E Pitbull… Accetta!!
5° match: 20 men Battle Royal

Battaglia Reale a 20 Uomini

E si inizia con questa Battaglia Reale!
Fasi concitate inizialmente, è difficile descrivere tutto quello che succede. Nella migliore delle tradizioni ICW la Battle Royal ha un gusto tutto particolare… eliminazioni veloci, alcune spettacolari…
Crazy G si fa notare fin da subito, approfittando del fatto che viene eliminato che oltrepassa la terza corda, spesso scivola sotto la prima e prende fiato fuori ring.
Alla fine dopo una girandola di eliminazioni è proprio Crazy G l’ultimo uomo a restare nel quadrato (buona la prestazione di Omega!).
Crazy G chiede a Pitbull di alzargli il braccio per dichiararlo vincitore, ma appena gli prende il polso Crazy va sul paletto lasciando il Mastino che un palmo di naso… finalmente al terzo tentativo Crazy si fa alzare il braccio… ma Pitbull lo ripaga con un potente Lariat!!!

Pitbull stende Crazy G a fine Match

6° Match: Titolo Italiano – Kobra (Campione) vs Johnny Moss

Kobra Vs Johnny Moss - Titolo ICW

Ed eccoci all’incontro valevole per il titolo Italiano!
Il mefistofelico Kobra (con Sir Walton) contro il britannico Johnny Moss!
L’incontro è all’insegna delle scorrettezze e della vigliaccheria del Fetido Serpente, coadiuvato dall’irritante Walton!
Moss usa tutta la propria potenza per contrastare i trucchi della Biscia Velenosa, ma Kobra è un esperto nel mettere a segno le più turpe scempiaggini!
Nonostante la resistenza e la determinazione, alla fine le distrazioni di Walton si rivelano decisive.
Quando Moss sale sul paletto Kobra spinge l’arbitro (distratto da Walton) contro le corde, Moss perde l’equilibrio e cade a gambe larghe sull’angolo! Kobra ne approfitta per mettere a segno il Campanile di Tagliuno!
Ed è conto di tre!
La Serpe (un applauso per Kobra!!!) mantiene il titolo!

Kobra vince e mantiene il Titolo ICW

Vincitore: Kobra
7° match: Titolo Interregionale – OGM vs Mariel vs Bad Bones vs Shock

4 Way per il Titolo Interregionale

Ultimo match di questo show!
Il Titolo secondario on the line!
Fatemi fare una piccola digressione…
Mariel, OGM e Shock… li ho visti arrivare alla ICW. Li ho visti iniziare, muovere i primi passi, esordire… oggi li ritrovo sicuri, capaci, migliorati in maniera eccezionale. Non posso che esserne felice e pensare che, se questi ottimi ragazzi hanno oggi questa possibilità, un poco è anche merito di gente come Pitbull e me… e mi fa pensare che ne è valsa la pena.
Ma torniamo al match.
Tra Shock e OGM c’è ruggine, tra Mariel e OGM c’è ruggine, Mariel vuole mantenere il titolo… e Bad Bones odia tutti indistintamente.
Anche qui assistiamo ad un incontro tirato, vissuto e combattuto! Tutti i contendenti danno il massimo e non si risparmiano.
Bad Bones è una forza della natura, irruente, poderoso, senza pietà!
Mariel è il solito combattente con uno stile ortodosso e rigoroso.
Shock è esplosivo e determinato (ottima impressione).
OGM è scaltro, veloce e deciso.
Un quadrangolare molto divertente, incerto ed intenso.
Alla fine è shock a portare a casa la contesa, con il pin vincente su Bad Bones.
Bella scena dopo il conto di tre, con Mariel che porge di persona la cintura a Shock.

Shock Neo-Campione Interregionale festeggiato dagli atleti ICW

Vincitore: Shock

Alla fine Manuel Orlandi ritorna sul ring per salutare e ringraziare ancora il pubblico…
finisce così il NUMERO 200.

Per me è stato un evento molto particolare.
Da tanto, tantissimo mancavo ad uno show della ICW.
E’ stato molto emozionante rivedere gli amici, i compagni, rivere l’atmosfera ed i momenti di uno show.
Anche il post show, con lo smontaggio del ring, del service luci ed audio, i commenti dei protagonisti allo show, l’elenco degli errori o dei lividi… gli scherzi, le prese in giro bonarie che nascono in un ambiente così particolare ed unico, in cui tutti sono legati da qualcosa difficile da spiegare.
E così ti trovi a notte fonda ad andare a mangiare ad un autogrill, ridendo e scherzando, ricordandoti di come tutto questo fosse normale e facesse parte della tua vita.
Nostalgia e allegria sono andate a braccetto durante tutta la giornata.

Emozioni e wrestling.
Si può chiedere di più dalla vita?

Pitbull e Tsunami, Hall of Famer ICW

Auguri ICW.

Thierry “TsunamI” Gerbore

Foto (c) Sivlia Mazzei, ICW
n.d.Tsu
Questo report è dedicato, per primi, a tutti quelli che amano il wrestling e che hanno speso parte della loro vita per esso.
E’ poi lo dedico a tutti quelli che davano la ICW (ed il movimento italiano) per inutile ed a breve scadenza, a tutti quelli che dicevano che non saremmo arrivati da nessuna parte, che non potevamo farlo e non dovevamo nemmeno provarci…
Quelle persone sono sparite, inghiottite dalla loro mediocrità.
Noi siamo ancora qua, dieci anni dopo.
E ci saremo ancora.

Taigermen

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *