The Wrestling Boot #33- Il Wrestling italiano e i Media (20/05/2011) - World of Wrestling

Analisi su come Tv , Musica e cinema in Italia trattano il wrestling nostrano..

THE WRESTLING BOOT #33

IL WRESTLING ITALIANO FRA MUSICA, TV E CINEMA

In paesi come USA, Messico e Giappone, il wrestling, oltre a essersi consolidato come vero e proprio sport-entertainement degno di rispetto e credibilità, è anche entrata nel quotidiano sociale attraverso i mezzi di comunicazione come la TV il Cinema e altri media.

In USA basta citare le contaminazioni di wrestler in programmi TV, sitcom (Hulk Hogan con le sue apparizioni in vari telefilm e la serie “Thunder in Paradise” su tutti) e film a tema (Ready To Rumble con gran parte della WCW a interpretare se stessa, sul film in questione vi consiglio di leggere il pezzo del collega Luca “Poison” Celauro), in Messico leggende come El Santo e Blue Demon sono stati protagonisti di decine di pellicole, in Giappone la finzione è addirittura diventata realtà sul Ring con la nascita di Tiger Mask, vera incona assieme ad Antonio Inoki del Puroresu mondiale…..

E in Italia? Abbiamo avuto questa contaminazione?

Ni, o meglio Sì e No.

Sul fronte televisivo il confronto è stato molto fra alti (pochi) e bassi (molti): Tolti i servizi proposti in passato da Italia1 con programmi come La Zanzara (che documentò addirittura il primissimo Show ICW se  non ricordo male, Ndr) e quello di Lucignolo (prima che questo rotocalco diventasse un contenitore di Trash pecoreccio), dove dedicarono spazio all’IICW con ai tempi Devil Campione (fu quello per me il colpo di fulmine con la scena italiana, Ndr), il resto è sempre stato ridotto a siparietti, spesso ridicoli, con effetti di difficile catalogazione.

 

Assolutamente denigratori furono senz’altro quelli a Domenica In con protagonisti Italian Warrior e Bulldozer, che portò asprissime polemiche sul web e addirittura sembrava a un “confronto” fra Maurizio Costanzo (allora conduttore dello Show) e Capitan Padania dell’EWF, che fu evitato solo dalla fine del progetto EWF. Costanzo dette una seconda Chance a Warrior intervistandolo tempo dopo alla sua striscia mattutina del costanzo Show, sull’esito Warrior ci mise del suo per rendere l’intervista “poco seria”

Abbastanza seri furono quelli di Bulldozer a I Fatti Vostri di Magalli o a Studio Aperto, oppure l’intervento a Dove Osano le Quaglie di El Dinamico e Italian Tornado dell’IWS, ma si tratta di brevi interventi dove comunque il fenomeno viene trattato come “americanata” e non come “disciplina”.

Ma la prima volta in cui un Wrestler è apparso utilizzato come “tale” è stato con la presenza di Caronte e Lothar in programmi come La Pupa e Il Secchione (solo Caronte) e Scherzi a Parte (di entrambi), dove semplicemente facevano il loro “mestiere” sottoponendo i concorrenti e gli ospiti a mosse di schienamento e sottomissione, anche se pur sempre in un contesto di programmi “d’intrattenimento”.

Sempre su questa linea sono da vedersi anche le perfomance di Black Pearl e Kishi della NWE a Distraction e anche quella recente di King Danza al reality “Uman Take Control”, prima che quest’ultimo format fosse sospeso anzitempo.

Al momento il miglior momento televisivo dove il wrestling è stato trattato come tale rimane la perfomance allo Show dei Record dove l’ICW conquistò il Guinness World Record per la disciplina.

Interessante invece il discorso per quanto riguarda la contaminazione fra Wrestling e musica: se ricordiamo un Axel Fury nascosto sotto la maschera del lottatore di “Nato Sbagliato” degli Articolo 31 (che si svolgeva sul Ring della Ring Side Experience, Ndr), sicuramente quella con più successo la collaborazione fra i Death SS e l’ICW, che fece comparire alcuni dei suoi atleti migliori (Diamond, Pitbull, Majoli, Drago,Kaio, solo per citarne alcuni) nel video di “Give em Hell”, che fu anche colonna sonora di diversi Show dell’ICW, oltre a una partecipazione del Leader della band Steve Silvester in un angle contro Drago e Majoli;

Bello anche il video che vede protagonisti Italian Gladiator e Miss Monique dell’RWA in ” Quel che Vuoi” di Matteo Amantia, Ex-leader degli Sugarfree, in un video dove i due si affrontano ma al tempo stesso s’innamorano.

Nel cinema al momento si segnala il film indipendente “Lupo della Notte” di Giovanni Ficetola , incentrato sulle lotte clandestine fra fighter dove interpretano i ruoli dei combattenti anche gli atleti ICW, OGM, Mariel e Alessandro Corleone. Non si sa ancora novità invece circa il progetto sul Film ispirato al “Caso Benoit” a cui partecipano diversi atleti dell’XIW, di cui stiamo aspettando notizie sulla trama e sulla sua possibile uscita.

Come vedete ancora la scena italiana sta cercando di ritagliarsi una scena anche nei mezzi di comunicazione, dove fra risultati più o meno riusciti, piano piano si sta conquistando spazio.

 

Video © Youtube

Appuntamento al Prossimo Numero.

 

Enrico Bertelli “Taigermen”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *