WWE Elimination Chamber 2017 Review (12/02/2017) - World of Wrestling

WWE Elimination Chamber 2017

Phoenix, Arizona

Pre-Show

L’evento inizia col solito appuntamento al panel di commento condotto da Renee Young per discutere della card dell’evento. Dopo i pronostici di rito la linea passa al ring, dove nell’ingresso dei telecronisti JBL rimedia una goffa caduta che provoca l’ilarità dei presenti.

Mojo Rawley vs Curt Hawkins 

Match a ritmi molto alti che vede Hawkins dominare per gran parte fino al ritorno di Rawley, che va molto vicino alla vittoria dopo una Gorilla Press Slam. Nuovo ribaltamento di fronte grazie alla furbizia dell’ex allievo di Edge, che a sua volta sfiora lo schienamento finale dopo una reverse STO, ma nel momento in cui si trova a dover solo chiudere la contesa viene sopraffatto dal comeback finale dell’avversario, che riesce quindi a schiantarlo al suolo e portare a casa il match.

Vincitore: Mojo Rawley

Pay-Per-View: 

Becky Lynch vs Mickie James

Inizio molto aggressivo delle due rivali, che nella foga della rissa iniziale quasi non vengono immediatamente contate fuori entrambe. Rientrate sul ring, è l’ex campionessa di SmackDown ad avere la meglio, costringenti nuovamente alla ritirata la James e attaccando con un attacco in forearm direttamente dall’apron. La troppa sicurezza dell’irlandese la porta però a distrarsi tra le corde e viene abbattuta da una DDT ad alta velocità, per un conto solo di due. Mickie inizia quindi un lavoro di logoramento al braccio sinistro che si protrae per diversi minuti, rallentando la contesa in favore di diverse tecniche di sottomissione pregevoli. Arriva finalmente la reazione della Lynch, che riesce a portare qualche colpo diretto prima però di subire un calcio alla testa ed una headscissor, che riportano il match nelle mani dell’avversario. Dopo una nuova fase al tappeto, ecco che ancora una volta l’irlandese riporta in equilibrio la contesa e quasi non arriva alla vittoria dopo un exploder suplex, anche se immediatamente dopo diventa vittima prima di un flapjack e di una Lou Thesz press dalla terza corda. Si alzano i ritmi della sfida dopo un missile dropkick di Becky, seguito dal Mick Kick della rivale, che a questo punto prepara la Mickie-DT che finisce nel vuoto e innesca una serie di roll-up che a sorpresa regala la vittoria alla Lynch!

Vincitrice: Becky Lynch

Nel backstage Carmella afferma che a vincere il match sia stata la lottatrice che meritava di meno, trovando l’appoggio di James Ellsworth.

Dolph Ziggler vs Apollo Crews & Kalisto

Momento shock appena prima dell’inizio del match, con Ziggler che schianta contro il titantron Kalisto durante il suo ingresso, rendendo a tutti gli effetti l’incontro un 1 contro 1. Crews, furioso per la sorte del suo compagno di squadra, domina l’inizio dell’incontro fino ad un errore alle corde che regala la possibilità a Dolph di colpire con un neckbreaker in zona apron. Lo Show-Off, grazie al vantaggio ottenuto, mantiene per svariati minuti il controllo delle operazioni, anche quando sbagliando il Superkick non rischia di capitolare, riuscendo comunque a rendere il tutto un fuoco di paglia. Buon esempio di mat wrestling per Ziggler, che sfrutta al massimo la sua esperienza collegiale per spezzare il fiato del rivale, annichilendo un nuovo tentativo di reazione con un neckbreaker. Nella sorpresa generale torna a bordoring un claudicante Kalisto, che seppur non sia in grandi condizioni, regala la possibilità ad Apollo di abbattere Ziggler e avere la strada aperta per dargli il cambio. Entrato sul ring, il messicano sembra aver ripreso buona parte delle forze e dopo un roundhouse kick serve un assist d’oro a Crews, che chiude il match con la Spin-Out Powerbomb. Nel post match nonostante la sconfitta, Ziggler abbatte prima Kalisto e poi con una sedia infierisce sul piede sinistro di Apollo, provocandogli probabilmente un brutto infortunio.

Vincitori: Apollo Crews & Kalisto

WWE SmackDown Tag Team Championship Turmoil Match

A dare il via alla contesa sono gli ex campioni di coppia Rhyno e Slater, contrapposti a Fandango e Breeze. Inizio eccezionale di Heath, che sparge degli atomic drop a destra e a manca prima di dare il cambio a Rhyno, che sfodera tutta la sua forza bruta per schiantare Breeze. Nuovo cambio in favore di Slater che non si accorge del tag anche per gli heel, che sfruttano la situazione per prendere il controllo delle operazioni isolandolo per svariati minuti. Dopo un roll-up dell’ex campione c’è un momento di caos in cui Rhyno ritorna l’uomo legale senza che Fandango se ne accorga, pagando cara la distrazione: Gore e schienamento decisivo inevitabile. Arrivano sul ring i Vaudevillains, che hanno presto la meglio sull’ex leggenda ECW, trasformando per tanto tempo la contesa in un handicap match in cui il Red Dragon non riesce a reagire fino a quando proprio una Gore di Rhyno ristabilisce la parità numerica e regala al compagno la possibilità di connettere con lo Smash It per un nuovo conto di tre. Sopraggiungono allora gli Usos, che nonostante una maggiore freschezza vanno in difficoltà nei primi istanti del match, fino a quando un errore di Rhyno sposta gli equilibri del match in favore dei samoani. Rientra tra le corde il One Man Band che dopo un samoan drop viene salvato solo dall’intervento del partner, prima di subire un superkick improvviso che ne sancisce l’eliminazione. Ecco il momento dei campioni in carica, che scatenano una rissa sulla rampa con gli Usos e sul ring vanno a segno con un german suplex in stereofonia, sfiorando l’eliminazione degli sfidanti dopo un flying crossbody di Gable. Una svista arbitrale non concede il cambio ai campioni regalando la possibilità ai samoani di riequilibrare la contesa e prendersi anche un buon vantaggio isolando Chad grazie anche a svariate scorrettezze. Dopo tanti minuti di sofferenza, l’ex atleta olimpico riesce a trovare la strada per il cambio a Jordan, che spazza via i rivali a suon di belly to belly suplex prima di dare il via ad una reazione a catena che porta ad un nuovo cambio in favore di Gable e al roll-up vincente. Nonostante l’eliminazione, gli Usos infieriscono sui campioni in carica lasciando poco o nulla degli American Alpha, con Jordan che viene reso vittima del samoan splash, regalando una gigantesca chance di vittoria agli ultimi partecipanti in gara: gli Ascension. Konnor e Viktor non perdono tempo e connettono con la Fall of Man, ma quando i titoli sembrano pronti a trovare nuovi proprietari, ecco che Gable ritorna quel tanto che basta per interrompere lo schienamento. Gli American Alpha sono salvi ma Jordan, uomo legale, viene tenuto al suolo per svariati minuti fino a quando con un nuovo belly to belly trova la via verso il cambio in favore di Gable e insieme connettono con la Grand Amplitude, per il conto di tre!!

Vincitori e ancora campioni: American Alpha

Nikki Bella vs Natalya

Inizio molto aggressivo della canadese, che mantiene il controllo del match nelle prime fasi nonostante la rivale riesca immediatamente a connettere con delle belle manovre di sottomissione, cadendo però nelle provocazioni di Natalya anche all’esterno del ring. La rampolla della famiglia Hart si fa beffe dell’avversaria e del pubblico, riuscendo comunque a non cincischiare eccessivamente e tenere Nikki al suolo per svariati minuti, fino a quando una clothesline d’incontro tra le due non riporta in equilibrio il match. La Bella dopo un nuovo momento di difficoltà riesce a dare il via al suo comeback applicando la STF, per poi colpire con un paio di shoulder block, ma dal nulla arriva il Michinoku Driver dell’avversaria per un conto di due. Altrettanto a sorpresa arriva anche l’elbow smash, seguito da una bella spinebuster per la compagna di John Cena, che conclude con uno shining wizard in springboard, senza però trovare lo schienamento finale. L’azione si sposta sulla terza corda, dove Natalya intercetta l’acerrima nemica e connette con un superplex, per poi andare ad applicare la Sharpshooter! Momenti di sofferenza per Nikki, che però ribalta tutto e trova la STF, venendo interrotta solo a causa del ropebreak. Si scatena una rissa forsennata all’esterno del quadrato, dove arriva il count out per entrambe le lottatrici. A match concluso Natalya infierisce su Nikki e prende la via del backstage, ma quest’ultima rinviene nuovamente e va a segno con una Spear, costringendo alla fuga la canadese.

Vincitrice: No Contest

Dopo l’ennesimo commento evitabile dell’accoppiata Carmella/Ellsworth, ecco il promo di Orton e Wyatt, che promettono l’inizio di una nuova era stasera.

Randy Orton vs Luke Harper

Un Harper molto aggressivo costringe in tempo zero ad un time out strategico il suo ex compagno di stable, andando a infierire su di lui anche all’esterno del ring e portando a segno anche un dropkick una volta tornati tra le corde. Un improbabile attacco aereo si ritorce contro Luke, che trova un impatto brutale contro l’apron perdendo il vantaggio acquisito, spostando il comando delle operazioni nelle mani di Orton, che connette con un back bodydrop direttamente sul tavolo dei commentatori. The Viper tiene i ritmi della contesa molto bassi grazie alle sue tipiche manovre volte ad infastidire l’avversario, con tanto di continue taunt rivolte al pubblico. Dopo tanti minuti di sofferenza arriva finalmente la reazione di Harper, che trova anche una senton ed un big boot per un conto molto vicino al tre. Evitata la Silver Spoon DDT, l’ex membro della Family va a segno con un rocket launcher e dopo aver sbagliato un suicide dive riesce in un secondo momento a portare a termine l’impatto, restituendo anche il back bodydrop nuovamente sul tavolo dei commentatori. Orton dopo un momento di appannamento totale trova in una powerslam il jolly per riequilibrare la contesa e andare a colpire anche con il superplex marchio di fabbrica del padre, anche se arriva pronto il kick-out avversario. Scambio di colpi diretti che si conclude con una bella full nelson bomb di Randy, che poi connette anche con la Silver Spoon DDT per poi chiamare la RKO, che naufraga però in due Superkick consecutivi di Harper!! 1…….2…… Randy non si arrende!! Tentativi di manovra finale da entrambe le parti… e arriva la Sit-Out Powerbomb!! 1…….2…… NON È ANCORA FINITA!! I due wrestler sono ormai ridotto al lumicino e danno vita ad uno scontro senza frontiere CHE FINISCE CON UNA RKO!!! 1……….2………3!! Randy è pronto per Wrestlemania!!!

Vincitore: Randy Orton

Nel backstage Nikki Bella viene intervistata da Renee Young, ma quando sembra pronta a commentare il suo match viene attaccata da Natalya coinvolgendo anche Maryse. Le due vengono separate dall’intervento degli arbitri.

WWE SmackDown Women’s Championship: Alexa Bliss vs Naomi

Subito Naomi prova la grande sorpresa con un roll-up che quasi sorprende la campionessa, trovando anche un’ottima offensiva successivamente, fino a quando la Bliss intercetta un attacco in springboard prendendo il controllo del match, mandando anche la rivale ad impattare contro il sostegno del ring. Vero e proprio spettacolo messo in scena da Alexa con una serie di counter davvero pregevoli fino a quando le due con un colpo d’incontro non finiscono entrambe al suolo. Buon momento quindi per Naomi, che sfodera tutta la sua agilità e va vicina alla vittoria dopo un neckbreaker dalla terza corda, con la sfidante che dal nulla trova anche il Rear View, ma lo schienamento si ferma ancora solo al due. Tentativo di suicide dive che naufraga sul muro della Bliss, che connette con la sua DDT! 1……..2…… NO! Non è finita!! Momento molto caotico della contesa, con Alexa che prova lo Sparkle Splash ma viene bloccata a sua volta e resa vittima dello Split-legged Moonsault decisivo!! Naomi vince il suo primo titolo femminile in WWE!!

Vincitrice e nuova campionessa: Naomi

Ancora un’intervista per Carmella ed Ellsworth, che questa volta si rifiutano anche di rispondere alla domanda sulla nuova campionessa.

WWE World Heavyweight Championship Elimination Chamber Match: John Cena vs AJ Styles vs Dean Ambrose vs The Miz vs Baron Corbin vs Bray Wyatt

A dare il via al main event sono a sorpresa i due eroi dello scorso PPV: AJ Styles e John Cena! Gli acerrimi rivali partono in quarta e AJ va a segno subito con una torture rack e prova immediatamente la Styles Clash, contrastata perfettamente da John, che sfiora il conto di tre con una rolling powerbomb prima di venire abbattuto da un fireman’s carry neckbreaker. I due non si risparmiano sin dalle prime battute e il campione in carica connette con la Protobomb mentre arriva il primo degli ingressi: Dean Ambrose. Il Lunatic Fringe si scaglia immediatamente contro il leader della Cenation, schiantandolo contro la parete metallica per poi volgere le sue attenzioni su Styles, fatto impattare all’esterno con un suplex, chiudendo il tutto con una flying clothesline su Cena dalla cima della sua camera in plexiglas. L’azione si sposta nuovamente sul ring, dove John innesca una reazione a catena colpendo entrambi gli avversari con un german suplex prima di provare l’Attitude Adjustment su entrambi i rivali invano. Entra a far parte del match quindi il quarto partecipante, Bray Wyatt, che fa valere la sua freschezza facendo piazza pulita dei rivali. Una diagonale errata costringe però l’Eater of World a subire un guillotine legdrop di AJ, che a questo punto comincia a scalare una delle pareti seguito a ruota da Cena. I due danno il via ad una battaglia ad alta quota vinta dal Phenomenal One, che si ritrova a doversi scontrare anche con Ambrose prima che quest’ultimo voli giù dritto nelle fauci di Wyatt. Nuova reazione a catena tra i tre atleti con il campione intercontinentale che schianta al suolo entrambi nel mentre il countdown arriva nuovamente allo zero per l’ingresso in campo di Corbin. Il Lone Wolf si accanisce immediatamente su Ambrose mandandolo ad impattare contro la parete metallica, intercettando successivamente anche Wyatt, a cui viene somministrata la medesima medicina. Rientrati sul ring… ARRIVA LA END OF DAYS SU AJ!!! Corbin viene bloccato da Cena che applica la STF… MA ARRIVA LA END OF DAYS ANCHE SU DI LUI!!! Baron non riesce a trovare però lo schienamento neanche stavolta a causa dell’intervento di Ambrose, che paga cara la sua intromissione. L’ex membro dello Shield prova addirittura la Dirty Deeds, ma ad aspettarlo c’è ancora un impatto brutale contro la gabbia, mentre arriva il momento di The Miz, ultimo partecipante. Il Lone Wolf si distrae però nell’aspettare Mizanin… E VIENE FREGATO DA AMBROSE!!! Roll-up decisivo per l’eliminazione di Baron, che si vendica prima facendogli attraversare la camera in plexiglas e poi connettendo con la End of Days. Dopo il suo allontanamento, The Miz fa finalmente capolino sul ring per schierare Dean!! 1…….2…….3!!! DEAN AMBROSE VA FUORI!!! L’Awesome One inizia a sbeffeggiare Daniel Bryan con gli Yes Kick e poi connettendo anche con lo Knee Plus!! The Miz padrone incontrastato del match, va a segno con il Discuss Punch su Cena… E ANCHE CON LA SKULL CRUSHING FINALE SU WYATT!! Mizanin tenta quindi un salto dalla terza corda ma finisce dritto tra le braccia del campione in carica… CHE CONNETTE CON LA ATTITUDE ADJUSTMENT!!! 1…….2…….3!!! Una volta estromesso Miz dal match, eccoci di fronte ad una alleanza di ventura tra i due heel contro Cena, che però li sbaraglia con due Protobomb e una doppia Five Knuckle Shuffle per poi andare con la AA SU WYATT!! Ci prova anche su AJ, MA SUBISCE LA STYLES CLASH!! 1…..2……. NO!! CENA NON SI ARRENDE!!! Il Phenomenal One è pronto per il suo Forearm… MA FINISCE NELLA ATTITUDE ADJUSTMENT!!! 1…….2…… ANCHE AJ CON IL KICK-OUT!!! Cena decide di salire su una delle camere e con un flying crossbody colpisce entrambi i rivali, ma la stanchezza costringe al suolo anche lui. Il campione WWE pronto per una nuova AA su Wyatt… MA ARRIVA LA SISTER ABIGAIL!!! 1……..2………3!!!! 3!!!!!! 3!!!!!!!! JOHN CENA NON È PIÙ IL
CAMPIONE!!!!! Tra la sorpresa generale inizia la sfida finale tra Bray ed AJ, con l’Eater of World che galvanizzato dall’ultima eliminazione vuole chiudere la contesa, ma viene intercettato da uno Styles ancora in vita. Tentativo di Sister Abigail nel vuoto, ma arriva comunque una clothesline devastante che quasi non gli regala il conto di tre. Il Phenomenal One si riprende e va a segno con il Pelé Kick ed uno Shining Wizard… SEGUITO DA UNA 450º IN SPRINGBOARD!!! 1……..2……. NO!! NON È FINITA!!! AJ è pronto per il Phenomenal Forearm, ma Wyatt lo blocca E ARRIVA LA SISTER ABIGAIL!!!! 1………2………3!!!! BRAY WYATT È IL NUOVO CAMPIONE DEL MONDO!!!! FINALMENTE LA CONSACRAZIONE DELL’EATER OF WORLD!!!!

Vincitore e nuovo campione: Bray Wyatt

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *