Numeri “mostruosi” per la nuova WWE, anche senza il ritorno di John Cena al SummerSlam - World of Wrestling

Stavolta l’atteso ritorno di John Cena al SummerSlam 2022 non ci sarà. In occasione delle celebrazioni per il suo 20esimo anniversario da wrestler, avvenuto lo scorso 27 giugno, la leggenda 45enne della WWE aveva annunciato che sarebbe tornato a lottare di nuovo, pur non sapendo ancora quando. Dichiarazioni che in pubblico, inevitabilmente, avevano creato un certo eccitamento tra i fan e fatto sorgere i primi rumors sulla possibile presenza di Cena già al 35esimo SummerSlam, in programma il prossimo 30 luglio al Nissan Stadium di Nashville, Tennessee.

SummerSlam 2022, smentiti i rumors sul ritorno di John Cena

A smentire le voci sul ritorno immediato sulla scena di Cena ci ha pensato, anche se in una maniera indiretta, Austin Theory durante un segmento sul ring a RAW con il campione statunitense Bobby Lashley. Non contento semplicemente del titolo Mr. Money in the Bank, Theory si è lasciato andare a una dichiarazione di sfida verso Lashley, affermando che avrà la sua rivincita per il titolo statunitense proprio al SummerSlam di Nashville. Il nuovo incontro fra Theory e Lashley esclude dunque, almeno nell’immediato, il duello contro Cena, che comunque dovrebbe essere programmato nei prossimi mesi.

Fonte: Pexels

La rivincita di Theory: una doppia occasione dopo Money in the Bank

La WWE ha inoltre anticipato che Theory avrà modo anche di incassare la valigetta di Money in the Bank contro il vincitore del match tra il campione del WWE Universal Championship Roman Reigns e Brock Lesnar. Una duplice opportunità per Theory che potrebbe coinvolgere anche chi tra gli amanti delle scommesse online vorrebbe puntare ancora sulla fame di vittoria più rivincita contro Lashley del 24enne di Atlanta. Per il ritorno sul ring di John Cena (l’ultimo incontro risale proprio al SummerSlam dello scorso anno) bisognerà invece attendere probabilmente il successivo evento WrestleMania.

L’assenza prolungata (o l’allontanamento) di leggende del calibro di Cena non intacca comunque la popolarità della WWE, in quanto, secondo le ultime analisi, l’azienda statunitense starebbe comunque creando più profitti grazie agli accordi per i diritti tv stretti con FOX, NBC Universal e il suo servizio streaming Peacock. Ad affermarlo sulle frequenze della Wrestling Observer Radio è stata la voce autorevole di Dave Meltzer. Durante il podcast il giornalista esperto di wrestling e business ha spiegato che ad oggi la WWE guadagna soprattutto grazie alla vendita di biglietti e merchandising, mentre diverso sarebbe il caso della AEW, in discesa a causa di eventi programmati in città già visitate e degli infortuni di molti dei suoi atleti.

Fonte: Pexels

Numeri “mostruosi” per la WWE: più che tramonto, una nuova alba

“Ma il fatto che la WWE abbia mantenuto livelli così alti per me è un dato estremamente interessante – ha spiegato Meltzer – “Su tutta la linea stanno svolgeno un ottimo lavoro”. A sorprendere il fondatore del Wrestling Observer Newsletter è il successo riscontrato dalla WWE per tutti i suoi eventi, come al Madison Square Garden o a Houston, nonostante l’assenza del suo asso Roman Reigns, che invece lotterà al prossimo SummerSlam di Nashville. “Immagino che lo vedremo anche a SmackDown… In ogni caso, è bello constatare un aumento di interesse per il prodotto”. Meltzer ha elogiato anche il lavoro svolto dalla WWE durante l’ultimo Money in the Bank: “Gli apprezzamenti per la WWE sono aumentati. Non c’è dubbio che l’azienda sia in ripresa, basti vedere i numeri mostruosi legati al merchandising che hanno registrato a Vegas. Certo, il pubblico era caldissimo, ma il successo delle vendite ha dell’incredibile”.

Nel concreto, la WWE con l’ultimo Money in the Bank avrebbe raddoppiato l’incasso pro capite del SummerSlam dell’anno scorso. “Tante buone notizie per la WWE”, commenta un soddisfatissimo Meltzer. E pensare che qualcuno parlava di questo sport come di un’epoca ormai al tramonto, al contrario, sembra davvero di trovarci davanti ai segnali di una nuova alba.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *