WWE Extreme Rules 2017 Review (04/06/2017) - World of Wrestling

Salve a tutti amici di WorldOfWrestling e benvenuti ad Extreme Rules!!

La serata si apre subito con un video package incentrato su Shane McMahon e i momenti più estremi della sua carriera.

A seguire, Sam Roberts e David Otunga discutono al panel di commento per il pre-show.

Pre-Show Match #1 – Apollo Crews (w/Titus O’Neil) vs Kalisto

Apollo Crews ha cercato più volte di raggiungere la vittoria, guidato da Titus O’Neil, ma anche a causa delle distrazioni dovute al suo manager, non é riuscito a prevalere. Kalisto ha sfruttato alla perfezione una discussione fra Crews ed O’Neil per mettere a segno la Salida del Sol, seguita dal pin vincente.

Vincitore – Kalisto [8.58]

Match inaspettatamente piacevole, sebbene comunque a livello di pre-show. Il pubblico ha sostenuto entrambi i lottatori, rendendo divertenti le interazioni fra O’ Neil e Crews, al quale però avrei fatto vincere il match.

Finito il pre-show, siamo pronti per partire con il PPV vero e proprio, dando quindi ufficialmente inizio ad Extreme Rules 2017!

WWE Intercontinental Championship (Title Changes Hands on DQ) match #2 – Dean Ambrose (c) vs The Miz (w/Maryse)

Contesa dallo svolgimento abbastanza classica, con Dean Ambrose che prova a prevalere correttamente su The Miz mentre quest’ultimo cerca di ottenere il DQ.

A spuntarla alla fine é proprio quest’ultimo, che dopo essersi preso uno schiaffo da sua moglie Maryse nel tentativo di far squalificare Ambrose, riesce ad approfittare di una lite di Ambrose con l’arbitro per mettere a segno la Skull Crushing Finale, schienamento subito dopo..1…2…e 3!

Vincitore e nuovo campione – The Miz [19.45]

Sebbene l’azione in ring non sia stata cattiva, il match é durato troppo per i miei gusti. Nonostante ciò scelta promossa di puntare su The Miz nuovamente come campione, il quale é davvero in grado di ridare interesse e importanza a ogni cosa che fa.

Bayley tiene un promo sul suo match di stasera. Bayley racconta di aver studiato come usare un kendo stick con Tommy Dreamer e The Sandman, sostiene di aver “assorbito” le abilità di Wonder Woman e di essere particolarmente ispirata.

Mixed Tag Team Match #3 – Rich Swann & Sasha Banks vs Noam Dar & Alicia Fox

Effettivamente non c’é molto da dire per questo match. Noam Dar e Alicia Fox hanno tentato di ribaltare il dominio dei due face, con risultati del tutto inefficaci. Sasha Banks ha finito Noam Dar con la Meteora, lasciando l’opportunità perfetta a Rich Swann di connettere la Phoenix Splash e pinnare lo scozzese.

Vincitori – Rich Swann & Sasha Banks [6.20]

Rivalità costruita male e in fretta, senza interesse, e così é stato anche questo match. Utile giusto per dare la vittoria “a casa” di Rich Swann e alla tifatissima Sasha Banks. Quantomeno é durato poco.

RAW Women’s Championship (Kendo Stick on a Pole) match #4 – Alexa Bliss(c) vs Bayley

Da notare le reazioni spente del pubblico all’entrata delle due lottatrici.

Match che ha molto di simile allo squash: Bayley non va mai seriamente vicino alla vittoria, e anzi subisce le offensive della campionessa, che dopo una manciata di minuti riesce a costringerla al turnbuckle, colpendola ripetutamente con la kendo stick e poi concludendo l’opera con un DDT.

1…2…e 3, tanto basta per la vittoria.

Vincitrice – Alexa Bliss [5.18]

Match insipido (ma come per il precedente, dalla durata fortunatamente breve). La WWE sta riuscendo a trasformare una delle lottatrici più over che aveva nel roster giallo, in una babbea che adesso si prende pure i “boo” del pubblico. D’altra parte, lavoro apprezzabile con Alexa Bliss che é in crescita esponenziale.

RAW Tag Team Championship (Steel Cage) match #5 – The Hardy Boyz (c) vs Cesaro & Sheamus

Ricordiamo che il match potrà essere vinto solo attraverso fuga dalla gabbia, ed entrambi i componenti del team dovranno essere fuori dal ring per poter dichiarare la vittoria valida.

Il primo a riuscire nella fuga é (prevedibilmente) Jeff Hardy, che così facendo porta in vantaggio il suo team ma lascia Matt Hardy solo nella cella contro due uomini.

Cesaro e Sheamus controllano senza troppi problemi Matt, connettendo anche una Razor’s Edge, e tentano subito la fuga. Jeff interviene ed impedisce a Sheamus di fuggire, sbattendogli la porta della cella in faccia. Matt blocca anche Cesaro e poi connette la Twist of Fate, ma viene neutralizzato da Sheamus che mette a segno la White Noise.

Jeff decide allora di tornare dentro e lo fa alla grande, con una Whisper Into The Wind dalla cima della cella!!

Che spot!!

I quattro si riprendono tutti insieme: Sheamus e Cesaro optano per la scalata, mentre gli Hardyz tentano di uscire dalla porta…arrivano quasi in contemporanea, ma per un soffio sono Sheamus e Cesaro, che poi mandano al tappeto Jeff e Matt, a vincere match e cinture!!

Vincitori e nuovi campioni – Cesaro & Sheamus [15.00]

Match divertente. Ben costruito, con l’aggiunta di un ottimo spot di Jeff Hardy (che dimostra di poter ancora fare certe cose, nonostante la forma fisica in vistoso calo). Ottima la vittoria di Cesaro e Sheamus, che meritavano di titoli, cosa che allo stesso tempo non ha indebolito gli Hardy Boyz dato che non sono stati schienati.

WWE Cruiserweight Championship (Submission) match #6 – Neville (c) vs Austin Aries

Match basicamente back-and-forth per gran parte della sua durata, con ottime offensive da parte di entrambi i contendenti, che però non riescono a prevalere uno sull’altro.

Il momento della svolta arriva quando Aries riesce a costringere Neville nella Guillotine. Neville resiste ma é costretto a subire la Sunset Bomb e la Last Chancery in ordine rischiando di farsi schienare. L’inglese però é fortunatissimo: cede ma l’arbitro non vede, quindi non chiama lo sottomissione. Aries cerca altre offensive ma Neville le evita, e mette a segno la Red Arrow che annichilisce Aries.

Subito dopo, Neville sottomette Aries nella Rings of Saturn, e Austin Aries cede!

Vincitore e ancora campione – Neville [17.35]

Match da grandissimo “mah”. L’azione in-ring non é stata male, anzi, i due sono una garanzia sul quadrato, ma mi perplime molto la scelta di far vincere nuovamente Neville. Far vincere il titolo ad Aries avrebbe creato quasi naturalmente due rivalità, quella tra Neville e TJP e quella fra Aries e un nuovo sfidante (che potrebbe essere Tozawa). Se invece continueranno ancora con Neville/Aries, Live 205 non potrà che cadere ancor più in declino.

Signore e signori, siamo finalmente giunti al main event della serata!!!

Fatal 5-way 1st contendership match #7 – Seth Rollins vs Samoa Joe vs Finn Balor vs Bray Wyatt vs Roman Reigns

Da appuntare che Finn Balor non si é esibito nella sua solita entrata in stile “Demone”, optando per un’entrata molto più classica.

La contesa inizia ed é Roman Reigns a prevalere, sfruttando un momento confusionario di brawl fra tutti gli altri lottatori. Il primo ad opporsi al figlio d’arte é Bray Wyatt, che però subisce la Samoan Drop di Reigns. A seguire c’é Samoa Joe, quindi scontro fra samoani, e prevale nuovamente Reigns con un altro Samoan Drop.

Ad interrompere il dominio di Reigns é Seth Rollins, dopo che Finn Balor viene neutralizzato a sua volta, che affronta a muso duro il suo ex compagno di stable nello Shield. Lo staredown é però interrotto da Wyatt e Joe che attaccano i due. Interviene Finn Balor che riesce a prevalere in uno scontro diretto con Bray Wyatt, e poi colpisce Samoa Joe con un Dive.

Poco dopo, momento di alleanza, seppur provvisoria, tra Samoa Joe e Bray Wyatt, che decidono di attaccare gli altri partecipanti al match anziché combattere fra loro.

A farne le spese é Finn Balor, che viene malmenato dai due.

Intervengono Rollins e Reigns, anch’essi temporanemente riuniti, che riescono a mandare al tappeto sia Joe che Wyatt. Subito dopo, si scontrano fra di loro!

Rollins connette l’Enzuiguri ma subisce una Powerbomb e il Superman Punch!..1…2…e sfugge, Rollins é salvo.

Il momentum ora è in favore di “The Architect” che connette il Superkick e va a sua volta per lo schienamento, ma Reigns ne fuoriesce. I due continuano a combattere senza esclusione di colpi finché non vengono fermati da Finn Balor e Samoa Joe, che li mandano a terra.

Joe ne approfitta subito dopo e collega la Clutch su Balor…che cede!!!!

Vincitore – Samoa Joe [29.10]

Ottimo match, gestito benissimo nonostante il fattore “più uomini” che avrebbe potuto rendere difficile il booking. Contento per la vittoria di Samoa Joe, che nonostante una scrittura un po deficitaria sta riuscendo ad emergere nel main roster grazie alle sue limpidissime abilità.

Joe vs Lesnar, se opportunamente costruito, sarebbe un dream match di cui io stesso auspico l’attuazione da anni, e spero che non sarà il solito squash nonsense di Lesnar in attesa di Roman Reigns.

Il PPV giunge così alla sua conclusione, io vi do appuntamento al prossimo report, sempre qui, su WorldOfWrestling.it!!!

 

Report a cura di: Mattia “Supertramp” Rota

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *