WWE Money in the Bank 2017 Review (18/06/2017) - World of Wrestling

WWE Money in the Bank 2017

St. Louis, Missouri

Pre-Show:

A darci il benvenuto al panel di commento ci sono Renee Young e i suoi ospiti, l’Hall of Famer Booker T e Sam Roberts. La scena si sposta sul quadrato per il primo match della serata, quello esclusivo del pre-show gratuito.

The Colons vs Hype Bros

Dopo che ad iniziare il match sono Ryder e Epico, arriva immediatamente l’ingresso in campo di Mojo. Rawley fa valere il suo strapotere fisico avendo facilmente la meglio degli avversari in poche azioni offensive fino a ridare il cambio al partner. Zack, visibilmente segnato dal rientro dopo l’infortunio sbaglia un attacco in rincorsa finendo vittima delle azioni combinate dei Colons. Nel momento critico per gli Hype Bros e dopo svariati minuti di sofferenza, Ryder riesce a dare il cambio al compagno che spazza via i rivali e va vicino alla vittoria. Quest’ultima viene solo ritardata di poco, visto che al ritorno sul ring di Zack segue anche la manovra combinata conclusiva, l’Hype Ryder.

Vincitori: Hype Bros

Pay-Per-View:

Women’s Money in the Bank Ladder Match: Charlotte vs Carmella vs Tamina vs Natalya vs Becky Lynch

Inizio prepotente di Tamina, che sfrutta la scelta delle avversarie di scendere subito per impugnare le scale per abbatterle in rapida sequenza fino a quando è Charlotte a prendersi la scena. La samoana però è in grande spolvero e lo si nota immediatamente dopo, quando ancora una volta si sbarazza delle rivali mandando anche a schiantare sullla piattaforma metallica Natalya via rocket launcher. Dopo minuti di dominio incontrastato della figlia di Superfly la situazione di equilibra nuovamente grazie alla Flair, che innesca una reazione a catena che porta alla sfida personale tra Becky e la canadese, che si fa valere con un bodyslam proprio sulla scala assoluta protagonista fin dalle prime fasi. Natalya sembra avere tutto il tempo di andare verso la vittoria ma all’ultimo viene intercettata da Charlotte che con la sua azione di disturbo in più fasi riesce prima a rallentarla e poi ad abbatterla con una electric chair. È la volta della Nature Girl di battagliare in vetta insieme a Carmella e dopo più di un tentativo di staccare la valigetta è Tamina a risolvere il tutto catapultando entrambe verso l’esterno del quadrato. Nuovo momento caotico che vede rientrare sul ring a turno le sei partecipanti al match e soprattutto vede prevalere una Becky Lynch un po’ in ombra fino a quel momento e che viene interrotta ad un passo dalla vittoria dalla ragazza proveniente da Staten Island, che si permette anche il lusso di una super headscissor. Dopo il tracollo di quest’ultima aiutato dal big boot di Charlotte e la Spear che spazza via Tamina, arriva anche il corscrew moonsault dell’ex campionessa femminile. Sul ring una Carmella lasciata ancora in solitudine viene schiantata al suolo da una powerbomb di Becky, ma quando l’irlandese sembra essere sul punto di trionfare arriva l’intervento decisivo di Ellsworth… CHE CLAMOROSAMENTE VA A STACCARE LA VALIGETTA E LA REGALA A CARMELLA!!! FINALE SHOCK NEL MATCH D’APERTURA!!!

Vincitrice: Carmella

WWE Smackdown Tag Team Championship Match: Usos vs New Day

A dare il via alla contesa per gli sfidante è Kofi Kingston, che si trova subito a dover affrontare entrambi i fratelli Uso prima di lasciare il campo a Big E, che immediatamente schianta Jey con uno splash sull’apron. Il rientrante giamaicano forza però troppo la mano nelle prime fasi dell’incontro e dopo una scorrettezza di Jimmy si capovolge la situazione, con il face isolato anche grazie ad una clothesline all’esterno del quadrato, dove arriva anche un suplex in stereofonia contro il paletto di sostegno. Tanti minuti di sofferenza per Kofi, annichilito dal gioco di squadra perfettamente oliato dei campioni in carica, fino a quando quest’ultimo dopo aver rischiato di capitolare in più occasioni riesce a neutralizzare un attacco in corsa di Jey e dare il cambio a Big E. L’uomo di potenza della stable entra in scena in maniera poderosa regalando belly to belly a destra e a manca, andando anche a segno con una STO e preparando anche il campo alla Big Ending. Quando la manovra conclusiva viene evitata arriva un nuovo cambio in favore di Kofi insieme ad una spear che asfalta Jey e sembra liberare la strada verso il Trouble in Paradise, ma ad un passo dalla sconfitta gli Usos hanno una reazione dirompente. Attacco combinato alla gamba di Kofi e sottomissione che porta quest’ultimo ad un passo dalla resa ma il ritorno eroico di Big E interrompe il tutto e regala la chance al compagno di connettere con la SOS che si interrompe sul conto di due. Kingston da un estremo all’altro e dopo aver rischiato di capitolare per il Samoan Splash dà il cambio al partner che connette CON LA BIG ENDING!!! 1……2……. ARRIVA JIMMY A FERMARE TUTTO!!! Momento cruciale della contesa con Jey che ormai è vittima sacrificale delle offensive avversarie e subisce anche LA MIDNIGHT HOUR!! 1…….2…….. ANCORA JIMMY SALVA IL COMPAGNO TIRANDOLO FUORI DAL RING!!! Gli Usos scelgono di rifugiarsi nel count out dando un epilogo amaro al match nel momento in cui sembrava scontato il passaggio di consegne.

Vincitori: New Day

All’interno del backstage due graditi ritorni in WWE: vengono inquadrate per pochi istanti le leggente Sgt. Slaughter e Cowboy Bob Orton.

WWE Smackdown Women’s Championship: Naomi vs Lana

Avvio aggressivo della campionessa, che presa dal troppo impeto sbaglia però clamorosamente un crossbody finito nel nulla assoluto, subendo anche un brutto colpo alla gamba attraverso le corde. Lana mette in mostra le sue capacità nascoste andando a segno con due suplex in rapida successione mandando ad impattare la gamba colpita in precedenza ancora sulle corde, continuando un buon lavoro sulla stessa. Naomi inaspettatamente in difficoltà riesce a trovare una buona reazione applicando una armbar e intercettando l’attacco in diagonale della sfidante, che viene messa fuori gioco con tre roundhouse kick consecutivi. Il match sembra essere arrivato alla sua conclusione dopo la Rear View mandato a segno, ma Lana sorprende tutti uscendo dallo schienamento e sfiorando la vittoria con una manovra ad alto impatto. ARRIVA PERÒ UN CLAMOROSO COLPO DI SCENA: RISUONA LA MUSICA DI CARMELLA!!! Miss Money in The Bank inganna tutti e arrivata in zona bordoring non incassa la valigetta appena conquistata, mentre tra le corde NAOMI COSTRINGE ALLA RESA LANA!!!

Vincitrice e ancora campionessa: Naomi

Veloce salto nel mondo dei Breezango, con il ballerino professionista che fa una citazione all’inizio della carriera di Paul Heyman, utilizzando il suo storico telefono. I due guardano una videocassetta in cui due misteriosi sfidanti promettono una rivelazione entro la fine della serata.

Ritornati nell’arena, arriva il debutto assoluto di Mike Bennett in WWE con il nuovo ringname di Mike Kanellis, accompagnato da Maria, da cui ha preso il cognome.

WWE Championship Match: Jinder Mahal vs Randy Orton

L’eroe di casa viene accolto dall’ovazione della platea di St. Louis e dopo pochi secondi arriva subito un tentativo di RKO evitato all’ultimo dal campione in carica. Mahal prova a riprendere terreno rientrando tra le corde ma lo attende una Lou Thesz Press seguita dai classici stomp del rivale, che in grande spolvero neutralizza qualsiasi tentativo di reazione fino a quando una counter alla Silver Spoon DDT azzera la differenza tra i due. Jinder mantiene le operazioni all’esterno del quadrato infierendo sul ginocchio malandato dello sfidante e mandandolo ad impattare contro i gradoni d’acciaio prima di tornare sul ring per continuare il lavoro sul suo obiettivo principale. Randy riesce a trovare la forza di reagire dopo qualche momento complicato e va a segno con un backdrop nella zona dove siedono le leggende WWE, ma il ginocchio continua a dare noie costanti e cede dopo il brusco impatto con il tavolo dei commentatori. Fall away slam per la Vipera che come successo in precedenza si rivela solo una manovra di circostanza, visto che Mahal ancora una volta sfrutta il vantaggio dovuto alla gamba malandata del rivale e connette con un Superkick che quasi non gli regala la vittoria. Il wrestler indiano decide di alzare l’asticella scimmiottando le manovre rese storiche dagli spettatori d’eccezione riuscendo anche ad applicare la Figure-4 prima che quest’ultima venga ribaltata e infine spezzata. Orton sembra però essere davvero al lumicino delle forze, non arrivando a sfruttare le poche occasioni create e dopo aver cercato di beffare l’avversario con un roll-up, viene immediatamente schiantato da una clothesline. Mahal vuole un finale di lusso e sale sul paletto per il Superplex marchio di fabbrica del padre di Randy, che spinto dall’orgoglio riesce a contrastare la manovra ED ANDARE A SEGNO CON LA STESSA!! 1………2……. Non è ancora finita. L’Apex Predator cerca uno scambio di colpi diretti che dopo svariati colpi riesce a vincere, facendo seguire la scoop slam e la Silver Spoon DDT. Orton carica la RKO…. E VA FINO IN FONDO!!! 1…….2……… I SINGH BROTHERS SALVANO MAHAL!!! L’arbitro è però stanco dei loro interventi e LI RISPEDISCE NEGLI SPOGLIATOI!!! Gli indiani prima di lasciare la scena decidono di attaccare Bob Orton subendo la tremenda vendetta del figlio, che li brutalizza CON DUE RKO mettendoli finalmente fuori gioco. Rientrato sul ring Randy è però fuori controllo e non si accorge di un Mahal ripresosi completamente CHE CONNETTE CON LA KHALLAS!!! 1……..2………..3!!! JINDER MANTIENE IL TITOLO!!!

Vincitore e ancora campione: Jinder Mahal

Breezango vs The Ascension

Match non annunciato con gli ex campioni di NXT che si rivelano essere i misteriosi aggressori della Fashion Police. Breeze, che inizia la contesa per il suo team, viene presto isolato dai rivali, che lo tengono saldamente immobilizzato al proprio angolo con tanti cambi rapidi. Arriva dopo svariati minuti il cambio in favore di Fandango, che abbatte Konnor e sembra poterne avere la meglio, ma viene schiantato dalla spinebuster di quest’ultimo. Quando il ballerino è sul punto di capitolare per la manovra combinata degli Ascension, arriva Breeze a distrarre Konnor e dare la possibilità al compagno di portare a casa la vittoria con un rapido roll-up.

Vincitori: Breezango

Money in the Bank Ladder Match: Kevin Owens vs AJ Styles vs Shinsuke Nakamura vs Baron Corbin vs Sami Zayn vs Dolph Ziggler

Inizio shock della contesa, con Corbin che aggredisce Nakamura nel momento in cui quest’ultimo si era avviato sulla rampa, di fatto compromettendone la partecipazione prima ancora che risuoni il gong iniziale. Orfani del talento giapponese, i 5 contendenti rimasti si danno battaglia sin dalle prime fasi, in cui incrociano le braccia gli eterni rivali Zayn e Owens in una rissa vinta dal primo che connette immediatamente col diving splash verso l’esterno del ring. Accenno di alleanza immediatamente naufragata tra Corbin e Ziggler, con il Lone Wolf che ha a sorpresa la peggio venendo abbattuto da un Superkick. Tra le corde entra finalmente in partita AJ, che però viene intercettato da un Dolph a sua volta schiantato al suolo dalla Deep Six di un vendicativo Baron, mentre l’azione viene conclusa dal suicide dive di Sami su quest’ultimo. Owens riesce finalmente a portare a segno le prime manovre offensive della sua serata e ad avere la peggio è un malcapitato Styles, che però riesce ad evitare un secondo impatto con la scala sgambettando il campione US all’ultimo istante. Il Phenomenal One tenta la sua Clash neutralizzata da KO, che immediatamente dopo deve rinnovare lo scontro con l’ex amico fraterno prima di essere mandato ad impattare su una scala da questi frantumandola in maniera definitiva. Zayn fa sua una nuova scala, ma prima ancora di posizionarla viene interrotto da un rientrante Ziggler, che a sorpresa si trova la strada spianata verso la vittoria finale. Ad un passo dalla conquista della valigetta lo Show-Off sceglie stupidamente di accanirsi sul canadese che lo punisce con una Blue Thunder Bomb, ma anche la sua successiva scalata finisce in un nulla di fatto quando rinviene Corbin. A mettere il bastone tra le ruote del Lone Wolf ci pensa Styles, autore di un forearm in rincorsa e protagonista della prima concreta chance di vittoria sfiorando il premio in palio in più occasioni prima di dover battagliare ad alta quota con Ziggler e Baron, con il tutto che si risolve in un nulla di fatto dopo la ZigZag del primo sul secondo. Momento ad alta spettacolarità nel match quando Zayn dalla cima della scala CONNETTE CON UNA POWERBOMB SU ZIGGLER!!! Ne gode il pubblico tanto quanto resta provato il canadese, che trova la forza di alzare ancora l’asticella e andare a segno con l’exploder suplex sull’apron ai fanno di Owens per liberarsi la strada verso la valigetta… MA VIENE STRONCATO DAL PHENOMENAL FOREARM!!! Styles non riesce a guadagnarne completamente dalla sua manovra conclusiva visto che il suo momentum viene immediatamente spezzato da Corbin, con cui si scatena una furiosa battaglia conclusa dalla sua Chokeslam sulla scala. Tra le corde però Baron dura pochissimo, subendo l’Helluva Kick di Sami, a sua volta abbattuto da Owens che colpisce durissimo con il low blow. Il campione US ha davanti a sé una gigantesca possibilità di vittoria, ma AJ prima lo interrompe e POI LO DISTRUGGE COL DEATH VALLEY DRIVER SULLA SCALA!!! Momento thriller del main event, quando col Phenomenal One ad un centimetro dalla valigetta viene lasciato sospeso in area atterrando malamente al suolo dopo degli interminabili istanti. Ad approfittare della situazione creatasi è Baron Corbin… MA RISUONA LA THEME SONG DI NAKAMURA!!! The Artist è padrone assoluto della scena connettendo CON LA KINSHASA SUL RIVALE, spazzando via Ziggler e ANCORA CON LA KINSHASA ANCHE SU ZAYN!!! L’atleta nipponico impugnando una scala trascina dietro di sé involontariamente anche Owens, MA ANCHE PER LUI ARRIVA LA KINSHASA!!! Tutti gli atleti sono ormai ridotti ad uno straccio, ma a contrapporsi a Shinsuke si materializza un redivivo AJ e i due danno vita ad una battaglia senza esclusione di colpi che lascia senza energie al suolo entrambi. A rialzarsi per primo è Styles, che viene però raggiunto dall’ex campione NXT in cima alla scala, ma ad approfittare della situazione È BARON CORBIN, CHE LI FA VOLARE GIÙ E VA A VINCERE!!!

Vincitore: Baron Corbin

A cura di Vincenzo “It Factor” Florio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *