La "gestione" di Goldberg

Discuti qui di tutto quello che vuoi inerente al wrestling. Per la WWE è SPOILER (e quindi va segnalato accuratamente) tutto ciò che non sia stato ancora trasmesso da Sky Italia. Per le altre federazioni è SPOILER quanto non sia stato ancora trasmesso in TV negli USA.
Avatar utente
andreawarrior
Main Eventer
Messaggi: 12773
Iscritto il: 05/11/2009, 23:24

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da andreawarrior »

Io quando agli show dal vivo anche italiani mi trovo di fronte degli ottimi heel mi diverto molto di più a stare al gioco a fischiarli ed insultarli anzichè acclamarli, cosa che tra l'altro loro non vogliono.

Poi se il face contro cui lottano non mi dice nulla mi limito a fischiare l'heel senza sostenere il face oppure fischio pure il face.

Ma di certo non mi metto a tifare l'heel solo per manifestare il mio gradimento quando lui mi risponde con degli insulti perchè non vuole il mio tifo.
Avatar utente
AlikShowstopper
Main Eventer
Messaggi: 4540
Iscritto il: 19/10/2016, 16:09

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da AlikShowstopper »

andreawarrior ha scritto:Io quando agli show dal vivo anche italiani mi trovo di fronte degli ottimi heel mi diverto molto di più a stare al gioco a fischiarli ed insultarli anzichè acclamarli, cosa che tra l'altro loro non vogliono.

Poi se il face contro cui lottano non mi dice nulla mi limito a fischiare l'heel senza sostenere il face oppure fischio pure il face.

Ma di certo non mi metto a tifare l'heel solo per manifestare il mio gradimento quando lui mi risponde con degli insulti perchè non vuole il mio tifo.
Mi permetti un minimo di sarcasmo che può essere frainteso? :mrgreen:

Se il personaggio, perchè meno inverosimile o meno idiota o meglio strutturato o anche meno mitologico, risulta maggiormente gradito al pubblico casuale o a quello che si guarda lo show senza troppe "masturbazioni regolatorie" è una possibilità che non puoi fare a meno di trascurare.
Avatar utente
andreawarrior
Main Eventer
Messaggi: 12773
Iscritto il: 05/11/2009, 23:24

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da andreawarrior »

Tifare l'heel a voce dal vivo è sempre stupido, perchè sai che lui non ti ringrazierà ma ti manderà a cagare.

Al massimo lo tifi in silenzio.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Intervistato da American Monster Production, Goldberg ha voluto togliersi qualche sassolino dalle scarpe e rispondere alla frecciatina ricevuta a Gennaio da Roman Reigns, che lo prese in giro per le testate alla porta dello spogliatoio.

Innanzitutto Goldberg lo ha definito un pagliaccio e poi detto la sua su questa sua usanza, spiegando che può sembrare stupido ma ha lati positivi, come il fatto di renderlo violento e umano, e negativi, come la possibilità di perdita di sangue o addirittura di subire una concussione.
Immagine
Franco_Salatino
Jobber
Messaggi: 11
Iscritto il: 09/08/2020, 0:53

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Franco_Salatino »

Ammetto di non aver seguito l'ultimo stint di Goldberg, come personaggio mi piaceva abbastanza quando era giovane.
Che il wrestling abbia ormai un pubblico profondamente nostalgico è un dato di fatto, le meccaniche credo siano legate al periodo storico che stiamo vivendo (paura per il futuro, nostalgia per il passato). Più in generale ormai non esiste più un wrestling main stream ed uno indie, ma un solo mercato con tante nicchie, che la WWE ha deciso di coprire tutte (spettacolo, finto indie, donne, pesi leggeri ecc.). Sicuramente la nicchia più grande è quella dei nostalgici anni '80-'90.
Il vero Pippo Franco sarebbe morto nei primi anni '80, assassinato da un agricoltore a cui stava rubando delle mandorle.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Franco_Salatino ha scritto:Ammetto di non aver seguito l'ultimo stint di Goldberg, come personaggio mi piaceva abbastanza quando era giovane.
Che il wrestling abbia ormai un pubblico profondamente nostalgico è un dato di fatto, le meccaniche credo siano legate al periodo storico che stiamo vivendo (paura per il futuro, nostalgia per il passato). Più in generale ormai non esiste più un wrestling main stream ed uno indie, ma un solo mercato con tante nicchie, che la WWE ha deciso di coprire tutte (spettacolo, finto indie, donne, pesi leggeri ecc.). Sicuramente la nicchia più grande è quella dei nostalgici anni '80-'90.
Diciamo che Goldberg non ha avuto proprio un ultimo stint ma tanti ministint diversi negli ultimi anni. Quello dove è andato a sfidare Lesnar (infliggendogli la prima sconfitta pulita, eliminandolo dal Rumble, vincendo il titolo e poi difendendolo contro di lui a Wm) è stato senza dubbio il più riuscito. In quell'occasione Bill dimostrò di essere migliorato moltissimo nell'arte del microfono donandoci dei promo brevi ma stracolmi di intensità e carisma. Non male per uno che in WCW aveva il parlare come suo punto debole.
In quanto a ciò che dici, forse la Wwe di adesso sta facendo ascolti bassi in quanto a causa del CoVid non è più riuscita a richiamare le glorie del passato per farle combattere. A Summer Slam ci sarebbe dovuto essere sicuramente un match di Lesnar e uno di Goldberg ma nessuno dei due si farà vedere.
Immagine
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Se non segui il wrestling web, ti annuncio che Goldberg è forse il bersaglio preferito degli smartoni italiani e americani. Gli smartoni sono i veri e propri nemici del wrestling che distruggono e spalano merda su tutto quanto fa successo ed è popolare. A Goldberg non hanno perdonato di essere tornato e avere vinto il titolo mondiale 2 volte negli ultimi anni sottraendolo ai loro idoli da 4 soldi. Sono pure ipocriti e incoerenti perchè The Fiend è diventato un idolo intoccabile quando è stato sconfitto da Goldberg ma era stato duramente contestato e chiamato incapace quando aveva battuto la loro divinità Daniel Bryan.
Tu non guardare mai quali sono i wrestler più popolari e più odiati su internet perchè è sempre una rappresentazione distorta della realtà.
Immagine
Franco_Salatino
Jobber
Messaggi: 11
Iscritto il: 09/08/2020, 0:53

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Franco_Salatino »

Non amo gli "hate speech", per questo non seguo da anni il wrestling web.
Però posso comprendere che una fetta di spettatori non apprezzi che ai wrestler del roster stabili si preferiscano part timer, considerando che i primi si fanno apprezzare settimana dopo settimana. Io ricordo che una 15ina di anni fa Goldeberg fu tipo pagato un sacco di soldi da una sigla giapponese per fare match brevissimi, e si diceva che era un segnale di crisi di quell’ambiente. Anni dopo successe una cosa simile con Brock Lesnar, e quella federazione veniva criticata e spesso ridicolizzata. Il fatto che la WWE abbia fatto lo stesso non credo sia un segnale positivo, vuol dire che in questi anni o non ha creato grandi personaggi o che il pubblico che conta è rimasto sostanzialmente lo stesso, al di là di come uno la pensi su Goldberg.
Il vero Pippo Franco sarebbe morto nei primi anni '80, assassinato da un agricoltore a cui stava rubando delle mandorle.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Franco_Salatino ha scritto:Non amo gli "hate speech", per questo non seguo da anni il wrestling web.
Però posso comprendere che una fetta di spettatori non apprezzi che ai wrestler del roster stabili si preferiscano part timer, considerando che i primi si fanno apprezzare settimana dopo settimana. Io ricordo che una 15ina di anni fa Goldeberg fu tipo pagato un sacco di soldi da una sigla giapponese per fare match brevissimi, e si diceva che era un segnale di crisi di quell’ambiente. Anni dopo successe una cosa simile con Brock Lesnar, e quella federazione veniva criticata e spesso ridicolizzata. Il fatto che la WWE abbia fatto lo stesso non credo sia un segnale positivo, vuol dire che in questi anni o non ha creato grandi personaggi o che il pubblico che conta è rimasto sostanzialmente lo stesso, al di là di come uno la pensi su Goldberg.
Infatti la Wwe è costretto a puntare su Goldberg perchè non ha superstar giovani che abbiano sfondato o siano riuscite e farsi conoscere anche dai non appassionati. Hanno puntato tutto sui vari Rollins e Reigns ma non si tratta di personaggi "larger than life" che interessino a un pubblico vasto. Se Goldberg con la sua sola presenza in una puntata fa salire gli ascolti di mezzo milione, mentre con i wrestler di oggi i ratings rimangono bassi, è logico che continuino a richiamarlo.
Immagine
Franco_Salatino
Jobber
Messaggi: 11
Iscritto il: 09/08/2020, 0:53

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Franco_Salatino »

Appunto, la domanda è: la WWE non è capace di creare nuovi idoli o di generare nuovo pubblico di appassionati?
Non è una domanda stupida, perché forse non c'è stato ricambio generazionale tra gli spettatori in un certo senso. Io ricordo che nel 2003 sui forum di parlava più o meno come oggi del passato idealizzato.
Il vero Pippo Franco sarebbe morto nei primi anni '80, assassinato da un agricoltore a cui stava rubando delle mandorle.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Franco_Salatino ha scritto:Appunto, la domanda è: la WWE non è capace di creare nuovi idoli o di generare nuovo pubblico di appassionati?
Non è una domanda stupida, perché forse non c'è stato ricambio generazionale tra gli spettatori in un certo senso. Io ricordo che nel 2003 sui forum di parlava più o meno come oggi del passato idealizzato.
Le condizioni che la Wwe si è autoimposta (PG, censura, buonismo esagerato, tutto controllato al millimetro) non le permettono di creare nuovi idoli. Ad oggi non potrebbero esserci dei nuovi Austin e Rock con le loro volgarità e allusioni sessuali. Inoltre si punta troppo sul lottato puro e semplice e non più sul carisma e sul personaggio dei wrestler, che sono gli elementi che alla lunga conquistano il pubblico.
Generare nuovo pubblico di appassionati è ancora più difficile, le nuove generazioni non apprezzano il wrestling perchè sono state indottrinate a pensare che sia tutto una buffonata, a causa di internet e della stessa Wwe che non fa niente per proteggere la kayfabe. A quanto ho letto, nel prossimo futuro cercheranno di adattare il prodotto al target dei giovani, ma per riuscirci dovranno proporre storie e personaggi di livello.
Immagine
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Anche in questo 2020, Bill Goldberg ha lasciato la sua impronta e fatto parlare di se in WWE: nonostante le varie critiche da parte dei fan, Da Man è stato ancora una volta campione universale e ha combattuto in quel di WrestleMania 36.

In una recente intervista, però, Goldberg ha parlato del suo futuro nel mondo del wrestling e alla domanda su un suo eventuale ritorno sul ring non ha affatto chiuso le porte: al riguardo, infatti, ha detto che a 53 anni si sente ancora bene, dovrà prepararsi al meglio, ma qualora c’è ne fosse bisogno lui si farà trovare pronto per tornare on-screen.
Immagine
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Bill Goldberg durante un’intervista con “The Pop Culture Show” ha rivelato i dettagli del suo contratto con la federazione dei McMahon:

“Ho un contratto con la WWE per i prossimi due anni. Da contratto ho
due match
ogni anno, quindi per il 2020
ho finito con WrestleMania 36
. Ho ancora dei progetti molto interessanti direi all’apice, ma come sapete nel settore dell’intrattenimento è tutto fermo. Abbiamo delle cose molto importanti da mettere in scena che la gente scoprirà molto presto. Anche se ho 53 anni il mio impegno per la WWE è ancora forte”.
Immagine
Avatar utente
AL Snow
Main Eventer
Messaggi: 3318
Iscritto il: 16/03/2011, 11:26

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da AL Snow »

Lo rivedremo di nuovo in primavera quindi
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Goldberg è apparso su uno schermo del Thunderdome durante l’ultimo episodio di Smackdown, molti fan si sono chiesti il perchè della sua presenza.

Ring Side News ha rivelato che questa sua apparizione non deve presuppore ad un suo ritorno sul ring. Goldberg è ancora sotto contratto con la WWE, la sua presenza al Thunderdome è legata all’inizio della nuova “stagione” dello show blu su FOX.

FOX ha chiesto a diverse leggende la disponibilità di apparire nel pubblico virtuale e Goldberg ha risposto in modo positivo, ma secondo il sito, questa presenza non farà da apri pista ad un suo ritorno sul ring, almeno per il momento.
Immagine
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Bret Hart ha recentemente parlato di Goldberg durante la sue serie “Confessions Of A Hitman”. Ricordiamo che è stato proprio Goldberg a porre fine alla carriera di Bret Hitman Hart nel 2000 in WCW. Bret ha criticato non poco il lavoro di Goldberg.

“Goldberg sembrava un gorilla, era un ragazzo a cui nessuno aveva spiegato come funzionasse il wrestling. Non fraintendetemi, mi piace Bill come persona. Ma il suo ritmo di lavoro e il suo impegno verso il wrestling erano sempre di 0/10. Per lui il wrestling era sbattere sul tappeto un avversario, ha fatto male ed ha ferito tutti. Chiunque si è avvicinato a Bill poi si è fatto male”.
Immagine
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: La "gestione" di Goldberg

Messaggio da Colosso »

Bret, sei solo invidioso perchè Goldberg riusciva a rendere il wrestling vero. Guardavi un suo incontro e lo smartismo non aveva ragione di esistere. Dopo queste parole lo amo ancora di più.
Immagine
Rispondi