Sociologia, fenomenologia e dintorni

Sezione dedicata alle discussioni a tema politico, cronaca, religione, approfondimento, gossip, arte e cultura.
Mr. Mackey
Main Eventer
Messaggi: 8284
Iscritto il: 19/10/2009, 23:27

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Mr. Mackey »

Marrona che casino :D

Una delle possibili domande: possiamo usare un termine marxista fuori dal suo contesto e/o per nostro piacimento? evidentemente no, sarebbe la risposta del nostro inquieto ma comunque non inquietante Steam. E lo posso capire, si parla di sociologia, si vuol dare prestigio al forum, dunque amen, la prossima volta starò più attento. Detto ciò, la parte interessante del discorso di Steam potrebbe essere questo
Io sono un tizio di provincia e sono sempre stato in gruppi piccoli, poi ci stanno quelli di provincia che vogliono fare quelli di città e organizzano party e quant'altro ma si sanno distreggiare qua e là, poi ci stanno i tizi di città già più abituati a conoscere un sacco di persone e posti, ecc. Ci stanno tendenze sociali che fanno virare solo verso una parte? Boh, può essere
Su queste domande verte l'argomento, aldilà di termini impropri o malamente usati. Indubbiamente, da acuto osservatore mi pare che ad oggi c'è un generale aumento quantitativo di conoscenze, amicizie, etc... vuoi per il social, vuoi per altri motivi, ma si ha più amici/conoscenti rispetto 20-30 anni fa. Io avevo 5-6 amici con cui si girava, oggi ci si vede in piazza tra 30-40 persone, questo è visibilissimo anche in comuni più piccoli come Oulx, Bussoleno, etc.

La mia osservazione: l'aumento nella quantità ha portato una diminuzione della qualità (mi rendo conto che è scritta di merda sta frase) delle amicizie, conoscenze. Io di quei 6 amici sapevo morte e miracoli, ad oggi invece mi pare ci sia una grande inclusione sociale (occhio però con i termini sbagliati) ma molto spesso di grande superficialità, dove regnano i small talk, come giustamente sottolineato da Before.

Altra domanda: ad oggi chi vuol passare il tempo libero nella compagnia di poche persone e non con il gruppone è fondamentalmente visto come un deficiente?
Si interroga pure Steam su questo
Ci stanno tendenze sociali che fanno virare solo verso una parte? Boh, può essere
Boh, secondo me sì, nel senso che; sì, vieni generalmente visto come un deficiente. Quando chiedo di incontrare da solo qualche amico sembra che ci voglia provare, vengo invitato sempre in grandi compagnie, quando cerco di attuare una separazione tra il gruppo e quelle 3-4 persone con cui vado d'accordo sembra che stia compiendo una bestialità a-sociale, etc.

pure con la ragazza che frequento attualmente, ci sono 26 anni di differenza tra me e lei ma questo passa per normale, mentre la cosa che suscita clamore è che io non mi presenti mai con amici e stronzate varie. Mi sono pure dovuto inventare una certa quantità di amici immaginari che mi aspettano a Torino (in città, con tutto il richiamo che può portare per i ragazzi di provincia ancora oggi) e che legittimano parzialmente il mio essere a-sociale e costantemente da solo ad Oulx e dintorni.
Steam
Main Eventer
Messaggi: 915
Iscritto il: 09/11/2018, 14:56

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Steam »

Il problema, Mackey, continua a essere che ne fai una questione di qualità e quindi di politica, sembra sempre che devi apparire come la persona sana e salvata, come quando cercavi di salvarmi dall'ossessione per gli ossessionati, come se questa ossessione non avesse qualcosa di storico. Ritorno al mio primo post, sembra quasi un terrore dell'esistenza degli altri soggetti, dei loro bisogni, ecc. Bisognerebbe cambiare tutti i termini in gioco. Ma non c'ho voglia, troppo da fare. Leggiti l'ultimo saggio di Recalcati (Le nuove melanconie), ti dirà certamente qualcosa del soggetto contemporaneo e probabilmente anche di te stesso.
Avatar utente
Servatis a Maleficum
Main Eventer
Messaggi: 6935
Iscritto il: 02/10/2009, 0:40
Località: Bratislava, Slovakia

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Servatis a Maleficum »

Steam ha scritto: Leggiti l'ultimo saggio di Recalcati (Le nuove melanconie), ti dirà certamente qualcosa del soggetto contemporaneo e probabilmente anche di te stesso.
Una sorta di suplex!! Non ho resistito, scusa :D
The single most important thing that separate the men from the boys is respect!
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

Vi è mai capitato di venire abbordati da una figona su Facebook che vi propone prima sesso virtuale e poi di incontrarvi dal vivo?
Oggi questa qui mi ha chiesto l'amicizia e io stupidamente ho accettato. Dopo le presentazioni e un breve dialogo era già a propormi sesso sulla cam, ma non ha parlato di farsi pagare o qualcosa del genere. Secondo voi è qualcuno che lo fa per professione o che usa il materiale per cercare di ricattare la gente?
Immagine
NXT Club
Main Eventer
Messaggi: 893
Iscritto il: 01/10/2019, 21:32

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da NXT Club »

Colosso ha scritto:Vi è mai capitato di venire abbordati da una figona su Facebook che vi propone prima sesso virtuale e poi di incontrarvi dal vivo?
Oggi questa qui mi ha chiesto l'amicizia e io stupidamente ho accettato. Dopo le presentazioni e un breve dialogo era già a propormi sesso sulla cam, ma non ha parlato di farsi pagare o qualcosa del genere. Secondo voi è qualcuno che lo fa per professione o che usa il materiale per cercare di ricattare la gente?
Vuole farti un video su Skype, possibilmente con te che ti spogli, e dopo ricattarti.
Avatar utente
Colosso
Main Eventer
Messaggi: 25890
Iscritto il: 30/10/2009, 21:30

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Colosso »

Ah ecco mi pareva... avevo letto che succedeva qualcosa del genere, infatti.
Cmq quando mi ha proposto di andare nel bagno per fare il video ho risposto di no e ho chiuso. Per fortuna non ha insistito.
Immagine
Avatar utente
TacitusKilgore
Main Eventer
Messaggi: 3077
Iscritto il: 17/12/2015, 22:43

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da TacitusKilgore »

Buon compleanno Mackey. Già 48
Aggiornamenti sulle liaison amorose?
Mr. Mackey
Main Eventer
Messaggi: 8284
Iscritto il: 19/10/2009, 23:27

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da Mr. Mackey »

Grazie mille Tacitus, ma in realtà sono "solo" 47, non so come mai su WOW abbia registrato 1972 come anno di nascita. :shock:

Grazie per l'interessamento! Prima del covid mi vedevo con una ragazza decisamente più giovane, con il lockdown poi non ci siamo più visti (abitiamo in due comuni diversi) dopo di chè ci siamo visti sporadicamente, lei ovviamente scopa anche con altri ed è sempre in giro, io per lo più vado avanti con le seghe.

Quanto alla vita extra-libidinosa, ormai a 47 anni ho realizzato che verosimilmente non farò più un ca**o, il che mi ha dato una grande serenità. Attualmente vivo ad Oulx, vado a Torino una volta in due settimane, ma adesso con l'eminente arrivo della seconda ondata potrebbe trattarsi addirittura di una volta in un mese. Una volta finita la pandemia pensavo di affittarmi un orto urbano da 100 MQ, ma parte questo - fortunatamente - non ho altre idee per il futuro.
Avatar utente
TacitusKilgore
Main Eventer
Messaggi: 3077
Iscritto il: 17/12/2015, 22:43

Re: Sociologia, fenomenologia e dintorni

Messaggio da TacitusKilgore »

Ma non avevi conosciuto pure i suoi genitori?

Trovata qualche categoria sottovalutata nei porno? Io quelle poche volte vado solo di facial abuse...
Rispondi